A- A+
Milano
Olimpiadi, governance a una fondazione. Giorgetti: Legge con qualsiasi Governo
Olimpiadi 2026 Milano Cortina

Olimpiadi, Giorgetti: "Legge a prescindere dal Governo"

"Oggi (martedì 27, ndr) hanno fatto la riunione gli enti locali a Milano: qualsiasi governo ci sara' fara' la legge olimpica che abbiamo concordato. Non c'e' alcun problema". Cosi', arrivando al BerghemFest, il sottosegretario Giancarlo Giorgetti, dopo il vertice a Milano tra gli enti locali in cui e' emersa la necessita' di una legge speciale entro novembre per le Olimpiadi del 2026.

Olimpiadi Milano-Cortina: nuovo incontro in Regione Lombardia

Parole che giungono dopo la riunione a porte chiuse in Regione Lombardia cui hanno preso parte i governatori di Lombardia e Veneto, Attilio Fontana e Luca Zaia, i sindaci di Milano e Cortina, Beppe Sala e Gianpietro Ghedina, il presidente del Coni Giovanni Malago'.

Sala: "Il Comitato sarà Fondazione. Il Ceo? C'è l'identikit, non il nome"

"Nel corso della riunione odierna si e' confermata la governance del comitato organizzatore delle Olimpiadi di Milano e Cortina, che si basera' su tre entita': il Consiglio Olimpico che da' gli indirizzi, l'agenzia di progettazione che fa i lavori e l'Ocog (il Comitato Organizzatore), che sara' la societa' che gestira' tutto il processo. Per quanto riguarda l'Ocog, il tavolo olimpico ha dato la preferenza per la fondazione perche' consente un po' piu' di flessibilita'". Così  il sindaco di Milano Giuseppe Sala a margine del tavolo olimpico organizzato a Palazzo Lombardia tra Coni e le istituzioni locali coinvolte. "Per quanto riguarda il Ceo dell'Ocog - ha aggiunto Sala -, si e' approvato il profilo e non si e' parlato dei nomi. L'identikit e' quello di una persona con esperienza internazionale, meglio se conosce anche il pubblico oltre che il privato, meglio se arriva da un mondo di eventi e di sport. Pero' deve essere una persona con un'esperienza sufficientemente aperta e che abbia dimostrato di saper gestire eventi del genere. Aggiungo che serve qualcuno che rimanga per degli anni, almeno sei. Non deve essere necessariamente italiano, ma deve conoscere bene l'italiano. Il nome sara' individuato in questi mesi, entro fine anno"

Sala: "Serve legge olimpica entro novembre"

Così il sindaco di Milano Beppe Sala a margine della riunione: "Si e' ribadita la necessita' di una legge olimpica. E' buffo parlare oggi di governi, ma deve essere fatta entro novembre. E' importante perche' presumiamo che su fiscalita' e iva funzionino certe cose che devono essere approvate attraverso una legge. Noi diciamo che la legge olimpica deve essere fatta entro novembre perche' dobbiamo rassicurare il Cio rispetto alle promesse fatte nel dossier" ha aggiunto il sindaco. A chi gli chiedeva cosa potrebbe succedere se la legge non dovesse essere approvata entro novembre, Sala ha risposto: "Il Cio da' un timing rigoroso per arrivare in tempo, ma mi auguro di non doverli fare aspettare. Non ho risposte su cio' che effettivamente succedera' se non dovesse essere approvata entro novembre".

Malagò: "Nome Ceo entro il 18 settembre"

La figura del Ceo dovrebbe emergere nella prossima riunione del tavolo dei Giochi, che si terra' a Palazzo Lombardia il 18 settembre. Lo ha annunciato il presidente del Coni Giovanni Malago'. "Ci saranno due riunioni una il 18 settembre qui a Palazzo Lombardia dove si metteranno i 'puntini sulle i' sulla figura del Ceo, direttore generale e amministratore delegato dellOcog (il comitato organizzatore)", ha spiegato Malago'. "Oggi - ha proseguito il presidente del Coni - si e' definita nel dettaglio la job description e le caratteristiche di questa persona: se il 18 non dovesse esserci condivisione unanime tra gli stakeholder su questo nome, e' gia' prevista un'altra riunione il 3 ottobre, a Verona, e questa volta si dovra' 'andare a dama', perche' da novembre questa persona dovra' essere operativa". A chi gli ha chiesto se sia gia' stato individuato un head hunter per trovare questa figura, Malago' ha replicato che "e' stato individuato un soggetto che, se il 18 non ci sara' il nome, entrera' in azione in modo piu' incisivo e preponderante. Da qui al 18 gli stakeholder presenteranno, se li avranno, dei nomi e se non ci sara' condivisione l'head hunter presentera' dei soggetti".

Commenti
    Tags:
    olimpiadi invernaliolimpiadi milano cortinaolimpiadi milano 2026salamilanoghedinamalagòconigiorgettiregione lombardia










    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    "Critiche alle sardine? Io insultato. Mentana fa peggio e alimenta l'odio"
    di Diego Fusaro
    La nuova realtà dAgency per fare e-commerce in modo smart
    di Paolo Brambilla - Trendiest
    Tàscaro. The Magnificent Seven. Venerdì 22 novembre, vini e cichèti


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.