A- A+
Milano
Omicidio Macchi, dubbi su grafia della lettera del killer: si riapre il caso
Lidia Macchi

Omicidio Macchi, dubbi sulla grafia della lettera del killer: si riapre il caso

Omicidio di Lidia Macchi, nuovo colpo di scena:  la Corte d'Assise d'Appello di Milano ha deciso ieri pomeriggio, accogliendo la richiesta della difesa, di riaprire l'istruttoria dibattimentale nel processo a carico di Stefano Binda, il 51enne ex compagno di liceo della ragazza, come lei militante di Comunione e Liberazione, arrestato nel 2016 dopo anni di silenzio investigativo. La 21enne fu uccisa in un bosco di Cittiglio, nel Varesotto,  nel 1987. Binda era stato condannato all'ergastolo nell'aprile del 2018 per omicidio volontario aggravato dalla violenza sessuale, ma la Corte d'Assise di Varese ha deciso di voler approfondire la valutazione su alcune prove considerate decisive. Tutto ruota attorno ad una lettera contenente un componimento intitolato "In morte di un'amica", che sarebbe stata inviata dal presunto assassino alla famiglia Macchi il giorno del funerale. Si tratta della calligrafia di Binda o no? Nuova udienza di due consulenti grafologici il 18 luglio, ma non si esclude anche una nuova maxiperizia sul testo. Binda ha annunciato nel frattempo di voler rendere dichiarazioni spontanee, mentre i suoi legali si sono detti contenti della decisione della Corte d'Assise.

Commenti
    Tags:
    omicidio macchilidia macchi










    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Morte Camilleri, è lutto nazionale. Ma gli avvoltoi cinici la strumentalizzano
    di Diego Fusaro
    AIPB. L’Associazione Italiana Private Banking rinnova le Commissioni Tecniche
    di Paolo Brambilla - Trendiest
    Nuove nomine per d.ssa Victoria Rowlands e avv. Cristiano Cominotto


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.