A- A+
Milano
Rescaldina, crollo del palazzo: morto il militare 45enne

Crollo palazzo Rescaldina, morto il militare di 45 anni ferito gravemente

È morto mercoledì all’ospedale Niguarda, dove era ricoverato dal 31 marzo subito dopo il crollo per un’esplosione della palazzina in cui abitava a Rescaldina, Saverio Sidella, 45 anni, sergente maggiore dell’esercito. Nel crollo rimase coinvolta tutta la sua famiglia: la moglie Maria e i due bambini sono ancora ricoverati nello stesso ospedale.

Le sue condizioni erano da subito parse le più gravi. La moglie, Maria Segreto, da qualche giorno è uscita dal coma e i medici hanno sciolto la prognosi, giudicandola guaribile in sessanta giorni; nessun preoccupazione invece per le due figlie di 7 e 10 anni: per loro la prognosi è di venti giorni.

Tags:
rescaldinacrollo











A2A
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Grazie presidente Conte per appello a responsabilità, competenza e serietà
di Ernesto Vergani
Sempre più florido il commercio online: ecco il quadro nazionale
di Redazione
Innovazione, stravaganza e cani: cosa accomuna questi tre concetti?
di Giacomo Tanzi


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.