A- A+
Milano
Comunità cinese, maxi-riciclaggio da circa 2,7 miliardi di euro: fermo e arresti

Un presunto maxi-riciclaggio da circa 2,7 miliardi di euro di soldi derivanti da attivita' illecite della "comunita' cinese" trasferiti, attraverso agenzie di money transfer abusive e societa' basate a Londra, in Cina.

E' il centro dell' inchiesta della Procura di Milano che ha portato ad un fermo di una persona originaria del Paraguay e agli arresti domiciliari un italiano e un cinese. Perquisizioni sono state eseguite dalla Polizia e dalla Gdf nella 'chinatown' milanese e a Roma. 

LE INDAGINI - Stando alle indagini condotte dalla polizia giudiziaria e dalla Guardia di Finanza, l'origine dell'associazione a delinquere risale a un accordo tra i tre fermati e una famiglia cinese incaricata di raccogliere dalla comunita' orientale il denaro di provenienza delittuosa da trasferire in patria, con l'apporto di un avvocato e un commercialista 'esterni' al gruppo. Gli indagati avrebbero costituito delle societa' con sede in Inghilterra che avevano il compito di gestire il trasferimento del denaro in grado di aggirare, cosi' li definiscono gli inquirenti, i "blandi controlli dell'Autorita' di Vigilanza inglese (Fca)".

"In particolare - si legge in una nota - risulta che le societa' abbiano canalizzato sui propri conti correnti ingenti quantita' di denaro contante proveniente da agenzie di money transfer in prevalenza riconducibili a cittadini cinesi e disseminate in tutto il territorio nazionale. La raccolta e' stata effettuata soprattutto avvalendosi di societa' di trasporto valori incaricate del ritiro delle somme dalle agenzie e del succesivo deposito presso gli istituti di credito. Il denaro contante - proseguono gli investigatori - e' stato sistematicamente trasferito all'estero mediante bonifici bancari su conti correnti accesi nel Regno Unito e riconducibili a societa' inglesi, e successivamente inviato ai beneficiari finali di cui, allo stato, non si conosce l'identita', che si trovano in massima parte nella Repubblica Popolare Cinese".

Tags:
arresti fermo riciclaggio cinesericiclaggio milano chinatown


A2A
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Gli “angeli” di Marco Di Francisca visti e raccontati da Luca Siniscalco
di Paolo Brambilla - Trendiest
Europa. La crisi finanziaria ed economica fa emergere contraddizioni di fondo
di Paolo Brambilla - Trendiest
Stress per 9 italiani su 10. Ma può anche essere positivo
di Antonella Gramigna

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.