A- A+
Milano
Sala: "Milano ha ancora bisogno di me. Non c'è alternativa a crescita"
Beppe Sala

Sala: "Milano ha ancora bisogno di me. Non c'è alternativa a crescita"

"A Carlo Calenda ho detto, se vuole fare un partito, di farlo. Ma di non chiedere al Pd, perche' dal giorno dopo non peschera' voti laddove il Pd non arriva, ma sara' in competizione con quest'ultimo". Parole del sindaco di Milano Giuseppe Sala, intervenuto a margine di Fuoricinema ieri sera. Ancora su Calenda, il primo cittadino milanese trova "bizzarro che lui abbia espresso l'idea all'indomani dell'elezione per un partito. Io politicamente non mi trovo nell'idea di occupare quello spazio moderato e di centro, ma questo riguarda me. Posso essere solidale e dialogare con lui, aiutarlo, ma personalmente non sono interessato a una cosa moderata, perche' solo a dirlo mi da' fastidio. Questo tema della moderazione proprio non mi prende". Sala ha aggiunto di non voler essere considerato come uno "che sta a destra o a sinistra del Pd. Ma voglio essere considerato come uno che porta avanti delle idee e cerca di essere convincente. Non e' semplice, ma lo spazio c'e', anche se in questo momento, sia chiaro, io non lo occupero'".

"Milano è avviata ma penso abbia ancora bisogno del mio lavoro"

Il sindaco di Milano, che taglia il traguardo del terzo anno in fascia tricolore, è quindi tornato sulle voci che vogliono per lui un futuro con un ruolo di dimensione nazionale nel centrosinistra: "Nella vita tutto e' possibile, ma io oggi penso solo a Milano e lo dico in maniera diretta, cosi' che se mai non fosse cosi', qualcuno possa rinfacciarmelo". "Milano - ha proseguito il primo cittadino - e' avviata, ma io penso che abbia ancora bisogno del mio lavoro e che anche il paese abbia bisogno che il modello Milano si consolidi". "Non rinuncero' a far sentire la mia voce, ma escludo radicalmente che io in questo momento possa fare o pensi ad altro. In futuro chi lo sa", ha aggiunto il sindaco, spiegando di essere "emotivamente abituato a non pensare troppo al domani. Ho avuto una vita difficile, sono passato attraverso la malattia e mi sono abituato a non pianificare molto". "Io amo fare il sindaco di Milano e cos'altro vi devo dire? Io saro' qua, se ci sara' da discutere con Salvini, lo faro'. Lui fa un mestiere e io un altro, ma e' importante anche il mio".

"Senza Milano l'Italia avrebbe perso cinque punti di Pil"

Il primo cittadino ha anche respinto l'idea di una "Milano antipatica": "Penso di no, se riusciamo a mantenere il nostro atteggiamento senza protervia e senza volonta' di essere i primi della classe. D'altro canto non abbiamo molte altre alternative: se non crescessimo sarebbe peggio". Sala ha aggiunto poi che "il Paese ha perso tre punti di Pil rispetto al periodo pre-crisi, Milano ne ha guadagnati sette. Se Milano non li avesse guadagnati, il Paese ne avrebbe persi cinque. Per cui non abbiamo altra alternativa se non quella di continuare ad andare avanti". Una crescita che, come e' solito ricordare non deve dimenticare chi e' piu' in difficolta': "la Milano da bere non ci piace, ma non ci piace neanche la decrescita felice. Per cui si va avanti tenendo alto il nostro sistema di valori: crescere, pensando pero' a chi e' piu' in difficolta'. Contare solo i soldi non va bene" ha affermato.

"Nuovo stadio? Prima delle vacanze Inter e Milan scoprono le carte"

Infine, una battuta su un tema di stretta attualità, ovvero la risposta di Inter e Milan sulla vicenda dello stadio. Intervistato dal giornalista del Corriere della Sera Venanzio Postiglione, in occasione dell'inaugurazione di Fuoricinema, ha dichiarato: "Le squadre sentono l'esigenza di avere uno stadio nuovo o rifatto. Il mio auspicio e' sempre stato quello che trovino la motivazione a rimettere a posto San Siro. Se mi dovessero dire che hanno paura del rischio di fare i lavori mentre giocano, io non posso che ascoltarli. Altrimenti le squadre potrebbero scegliere di andare ad esempio a Sesto alla Citta' della Salute". "Io penso - ha concluso - che prima delle vacanze le squadre scopriranno le carte"

Commenti
    Tags:
    beppe salamilanocarlo calendanuovo stadio milano












    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    E Di Maio rivendicò la premiership
    di Angelo Maria Perrino
    O torna il governo pentaleghista o diamo la parola agli italiani
    di Angelo Maria Perrino
    Reddito di Cittadinanza: la possibilità di utilizzarlo per spese mediche
    di Anna Capuano


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.