A- A+
Milano
"Savona trattato come Miglio". Galli: "Un governo per l'Autonomia"

di Fabio Massa

Salvini corre a Roma e annulla tutti i suoi appuntamenti su Milano, all'improvviso. Forse è la volta buona? Di certo la Lombardia attende, giacché dopo tutto un referendum e la campagna elettorale giocata sull'autonomia, adesso senza governo l'intera vicenda è in stallo totale. E a lanciare un grido d'allarme è Stefano Bruno Galli, assessore all'Autonomia e professore, che precisa: "Savona? E' stato trattato proprio come Miglio..." L'INTERVISTA DI AFFARITALIANI.IT MILANO

Assessore Bruno Galli, che cosa succede all'autonomia della Lombardia? Tutto bloccato?
Tutto bloccato sì. Bisogna aspettare che ci sia un governo che attribuisca a un ministro o a un sottosegretario la delega alle regioni. In base alla conformazione del governo poi noi potremo avere un interlocutore. Certo è che se ci fosse al governo un leghista con questa delega, la trattativa sarebbe veloce e sarei molto ottimista.

Altrimenti...
Se invece dovesse tornare in auge la prospettiva del governo tecnico alla Cottarelli, allora dovremo prendere le adeguate misure. In ogni caso io il giorno il giuramento io sarò di fronte al sottosegretario o al ministro per discutere. Anche alla luce dell'ampio mandato che ho ricevuto con l'ordine del giorno del consiglio regionale del 15 maggio scorso.

Che cosa rischia la Lombardia da una fase di stallo prolungata?
Iniziamo a dire che per la Lombardia l'autonomia è una priorità. Basti pensare che su 15 regioni a statuto ordinario sono l'unico con una delega così precisa. Quindi siamo caldi, e siamo caldi sul pezzo. Il problema è che il governo serve. Per mettere punti fermi e riprendere l'accordo preliminare. Quando sarà sarà, ma speriamo che sia il prima possibile. L'importante è che ci sia un ministro o un sottosegretario dalla forte sensibilità regionalista. Ormai non possiamo più tornare indietro, dopo il referendum, il preaccordo e tutto il resto.

Che cosa ne pensa di quanto avvenuto con Mattarella e del caso Savona? In un certo senso sta tornando di attualità...
Savona è stato trattato come Miglio. Perché anche allora su Miglio mise un veto l'allora presidente Scalfaro, per una antica acredine che c'era tra i due. Su Savona è lo stesso. Però Salvini ha tenuto duro e non ha mollato.

Potrebbe mollare adesso?
Magari la configurazione dell'esecutivo assumerà una forma diversa e ci potrebbero essere margini... Sta di fatto che lui ha tenuto duro su Savona. E secondo me ha fatto bene.

Pensa che la debolezza di Forza Italia potrebbe portare contraccolpi in Regione Lombardia?
Non credo. Anche quando i rapporti erano invertiti, con Forza Italia primo partito e la Lega secondo, contraccolpi non ce ne sono stati mai. Da sempre la Lombardia è stata la vetrina del centrodestra, lo dimostra la stessa percentuale con cui ha vinto Fontana, 21 punti in più. Quindi siamo abbastanza tranquilli.

fabio.massa@affaritaliani.it

Tags:
savonamigliolombardiaautonomiagoverno









A2A
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
AVIS. “Buon sangue non mente”: parte da Milano un originale contest
di Paolo Brambilla - Trendiest
Toninelli, pugno alzato in Aula? L'educazione è data anche dalla laurea
di Ernesto Vergani
Tim, Altavilla vince ma non convince.Spiraglio per il ripensamento di Gubitosi
di Angelo Maria Perrino

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.