A- A+
Milano
Scrive poesie sui muri a Milano: processato

Scrive poesie sui muri a Milano: processato

Ivan Tresoldi, "poeta di strada", è finito sul banco degli imputati per imbrattamento.  Le accuse riguardano i versi comparsi sui muri di Milano tra il 2011 e il 2014. Il ragazzo non ha negato, anzi, ha rivendicato la sua opera di artista: "Io non deturpo lo spazio pubblico, le mie vernici sono ad acqua e le opere si cancellano col tempo".

Sono una ventina i suoi lavori, comparsi in diverse zone della città, contestati nel capo di imputazione del pm Elio Ramondini che ha chiesto e ottenuto il suo rinvio a giudizio. Si tratta di brevi poesie, una sola strofa, come "Una pagina bianca è una poesia nascosta". Il caso giudiziario nasce per una scritta comparsa sul muro di fronte alla Biblioteca Bicocca che ha portato un gruppo di guardie ecologiche a sporgere denuncia. 

Tags:
scrivepoesiemurimilanoimputato








A2A
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Easy4.0: nuovi modi di vivere la casa
di Francesco Palumbo
Dallo sketch all'approfondimento. I miracolati della televisione italiana
di Maurizio de Caro
Che fine hanno fatto le giubbe gialle in Francia?
di Diego Fusaro


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.