A- A+
Milano
Sinistra pro migranti: ecco come nasce un comunicato della leghista Sardone
Silvia Sardone

ASCOLTA LA RUBRICA "PINOCCHIO" OGNI GIORNO SU RADIO LOMBARDIA (100.3), IN ONDA ALLE 19.10 DURANTE IL PROGRAMMA DI APPROFONDIMENTO "PANE AL PANE" E IN REPLICA IL GIORNO DOPO ALLE 6.45

Sardone: "Per la sinistra meritano aiuti per l'inserimento lavorativo gli immigrati ma non gli italiani: basta con l'ideologia". Questo è il titolo di un comunicato del 26 settembre alle 18.13 di Silvia Sardone, l'europarlamentare della Lega recordwoman di preferenze che ricopre anche il ruolo di consigliere comunale a Milano (anche qui, una valanga di consenso personale). Lo si potrebbe liquidare come l'ennesimo comunicato leghista. Invece no. E' l'esemplificazione di come ci sono politici che fanno il loro mestiere e altri che non lo fanno. Ho personalmente assistito alla scena. Premessa: si parla di inserimento lavorativo e c'è un punto di una delibera nella quale si specifica la platea alla quale è dedicato il provvedimento. Invece di scrivere genericamente che gli interventi sono dedicati a tutti quelli che hanno perso il lavoro, si va nello specifico. Dunque, si citano anche i migranti. La maggioranza inconsapevolmente (ed è quello che è peggio: non se ne sono neppure accorti), offre il fianco all'attacco. Che puntualmente arriva. Silvia Sardone presenta un emendamento nel quale propone alla maggioranza di aggiungere anche gli italiani over-40 come categoria alla quale destinare il provvedimento. Interviene Basilio Rizzo che si chiede perché solo gli over-40, in effetti bisognerebbe estenderlo anche agli over-35. La discussione, nella noia pomeridiana, quasi scivola via. La presidenza di Lamberto Bertolè richiama al rispetto di una qualche regola sugli emendamenti. Alla fine la maggioranza, più per pigrizia che per vero convincimento politico, decide di votare contro. Anche perché di là c'è Silvia Sardone, e votare a favore non si può. Finita la votazione lei fa il comunicato. Morale: un pezzetto in più di comunicazione per i temi leghisti. Una comunicazione perfettamente veritiera, poiché effettivamente la consigliera del Carroccio ha proposto di estendere la misura agli over-40 italiani. E la maggioranza l'ha bocciata. Ma preoccupante non perché questo preveda un razzismo di Palazzo Marino contro gli italiani (questo attiene alla propaganda), ma perché non c'è stato assolutamente nessuno che avesse capito dove si stava andando a parare e che abbia dunque proposto una contromisura, una discussione, un dibattito, una qualunque azione di interdizione per sottrarre un argomento alla comunicazione leghista. Insomma, la Sardone ha fatto il suo lavoro. La maggioranza no. E di questo bisognerebbe prenderne atto.

fabio.massa@affaritaliani.it

Commenti
    Tags:
    silvia sardone

    Regione Lombardia Video News










    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Giornata della memoria. Il messaggio dell’Istituto Diplomatico Internazionale
    di Paolo Brambilla - Trendiest
    Craxi, nessuna pietas per l'innominabile. Bettino continua a fare paura
    di Maurizio de Caro
    Food & Beverage. A Milano un convegno su economia circolare e prodotti monouso
    di Paolo Brambilla - Trendiest


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.