A- A+
Milano

Chiare, efficienti, trasparenti: le città intelligenti del nuovo millennio dovranno avere le stesse le stesse qualità dell’acqua. Ed è proprio l’innovazione nella gestione dell’acqua il cuore pulsante del progetto “S.IN.TE.S.I – Sistema Integrato Tecnologie Servizio Idrico”, che è stato ammesso dal MIUR con il bando per le Smart Cities. Il progetto è stato presentato dalla capofila SMAT e da CAP Holding, le due aziende pubbliche del Servizio Idrico Integrato che operano rispettivamente a Torino e nelle province di Milano e Monza, in collaborazione con importanti partner accademici (il Politecnico e l’Università degli Studi di Torino, il CNR) e industriali (Telecom, Telit, Aethra, Telereading, Wirelab). La proposta di SMAT e CAP è quella che ha ottenuto il punteggio più alto tra i progetti relativi al Servizio Idrico Integrato.

La fase pilota prevede una prima sperimentazione in alcune aree strategiche dei due territori: a Torino e Settimo Torinese per i partner piemontesi; in otto Comuni del Milanese per i partner lombardi. Si tratta dei Comuni di Sesto San Giovanni, Cologno Monzese, Cinisello Balsamo, Rho, Rozzano, Pioltello, Settimo Milanese e Magenta. Proprio  questi otto Comuni potrebbero essere quindi i primi a sperimentare i nuovi contatori intelligenti, che saranno installati nei condomini per informare i cittadini, attraverso appositi terminali video, non solo dei consumi idrici ma anche della qualità dell’acqua, della sua provenienza, delle eventuali interruzioni del servizio. Tra gli obiettivi, quello di ridurre le perdite occulte, contenere i costi energetici, e incrementare il già elevato livello di sicurezza in termini di rilevamento e allerta in caso di contaminazioni.
“Un nuovo approccio insomma alla gestione del sistema idrico – come spiega il presidente di CAP Holding Alessandro Ramazzotti - da raggiungere attraverso la creazione di una struttura composta da una rete estesa di sensori innovativi per il monitoraggio della rete idrica”.

Fra tutti i servizi pubblici locali, il Servizio Idrico Integrato è indubbiamente il più importante, ma certamente quello che ha ricevuto minore attenzione dal punto di vista dello sviluppo tecnologico, spiegano i promotori del progetto. I gestori operano infatti su reti molto estese, spesso con limitate manutenzioni e modesti strumenti integrati che permettano di governare il processo in maniera efficiente. Proprio in quest’ottica, il progetto Sintesi prevede alcune applicazioni innovative nel mondo del Servizio Idrico Integrato. Per esempio, sarà possibile individuare (e sanare) le zone di maggiore criticità per quanto riguarda le perdite di rete; conoscere la provenienza e l’”età dell’acqua” in caso di più fonti di approvvigionamento (anche per migliorarne le caratteristiche organolettiche, garantendo un adeguato ricambio); valutare l’evoluzione delle sostanze presenti nell’acqua e la predisposizione di interventi correttivi; garantire più sicurezza nei confronti di contaminazioni accidentali o volontarie.
Le sonde on line saranno utili anche nella gestione delle reti fognarie e dei depuratori, per esempio per monitorare eventuali superamenti di parametri e ridurre i carichi inquinanti, ma anche per migliorare l’efficienza energetica e conoscere i flussi in tempo reale, contenendo i costi (sia economici, sia ambientali) e l’impronta sull’ecosistema.
Le informazioni sulla qualità dell’acqua e la sua gestione saranno anche veicolate anche attraverso le Case dell’Acqua (ormai sono 60 quelle di CAP Holding attive nelle province di Milano e Monza) che saranno dotate di una rete WiFi per fungere sempre di più da punto di aggregazione sociale.
“Da più parti ormai si sente ripetere che l’innovazione va declinata in senso sociale, e credo che le Smart Cities debbano puntare proprio su questo – conclude Ramazzotti – Con questo progetto cerchiamo di tradurre in pratica le raccomandazioni che erano alla base del bando Miur: ogni euro investito in nuove tecnologie deve avere il duplice obiettivo di migliorare la qualità della vita dei cittadini e contribuire alla crescita economica”.

 

Tags:
smart cities











A2A
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Business Roundtable promuove negli Usa una nuova visione aziendale
di Paolo Brambilla - Trendiest
Governo, Di Maio a cena con Zingaretti: il conto (salato) lo pagano gli italiani
di Diego Fusaro
Governo, la quadra per evitare il voto: Di Maio premier, Salvini Interni e...


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.