A- A+
Lo Sport a Milano
Determinazione e spirito di squadra: ecco le chiavi per allenarsi a pallanuoto

L’uscita dai mondiali della nazionale italiana di calcio ha sconfortato gli animi di una grande fetta di appassionati sportivi italiani. Tuttavia, ad attenderli ci sono molte sfide di altre discipline sportive che vedranno gli azzurri impegnati e pronti a dare grandi soddisfazioni: tra queste, ci sono sicuramente le squadre del Setterosa e del Settebello, quest’ultimo impegnato proprio il prossimo mese, dal 5 all’8 aprile, nel Final Eight dell’Europa Cup 2018. Per saperne di più su questo sport facciamo una chiacchierata con Alexandros Belesis, da due anni istruttore di pallanuoto alla piscina Cozzi di Milanosport.

Da dove nasce la sua passione per la pallanuoto?
Ho cominciato a giocare a pallanuoto in Grecia quando avevo quattordici anni e non ho mai smesso. La passione si è consolidata nel 2003, quando Alessandro Campagna, attuale C.T. del Settebello, è venuto in Grecia per allenare la nostra nazionale. Il suo arrivo è stato una rivoluzione per il mondo della pallanuoto greca, che fino a quel momento era stato improntato sulla preparazione fisica, e meno sul metodo formativo.

Milano ha un ruolo importante nella nascita della pallanuoto in Italia: La pallanuoto è stata infatti introdotta proprio dalla Società Nettuno presso il “Bagno di Diana di Milano” nel 1899. Oggi dove è possibile allenarsi nella nostra città?
Quasi tutte le piscine di Milanosport offrono la possibilità di seguire corsi di pallanuoto, per tutte le età. Per quanto riguarda gli allenamenti a livello agonistico, sono invece necessarie piscine la cui profondità dell’acqua sia di almeno di 1,80 m in tutti i punti.  Da questo punto di vista, la piscina Cozzi è un unicum a Milano, motivo per cui la squadra femminile milanese di pallanuoto, NC Milano, ha scelto proprio questo impianto per disputare le partite del Campionato di Serie A.

Che corsi di pallanuoto offre Milanosport?
I corsi sono tantissimi, basti pensare che da settembre 2017 ad oggi abbiamo avuto 1.700 iscritti.  Milanosport offre la possibilità di allenarsi a tutte le età: si comincia con un corso studiato per i giovanissimi l’“Acquagoal”, creato appositamente per i ragazzi dagli 8 ai 12 anni, in grado di muoversi autonomamente in acqua e che decidono di affacciarsi al mondo della pallanuoto. Nella fascia di età dai 13 ai 15 anni ci sono i corsi di “pallanuoto ragazzi” e “pallanuoto preagonistica”, dedicata agli allievi “più talentuosi”.  Infine, dai 16 anni in poi, i corsi di “pallanuoto adulti”, sia per uomini che per donne, riuniscono squadre di appassionati che hanno dai 16 ai 50 anni, senza distinzioni di età. La richiesta in questa fascia è molto alta: solo alla Cozzi abbiamo quindici squadre, formate da più di venti persone e tante altre si allenano negli altri centri di Milanosport.

Esiste qualche requisito necessario per potersi iscrivere a pallanuoto, o persino qualche vincolo di “costituzione fisica”?
L’unico requisito è quello di saper già nuotare: in particolare lo stile “rana” è molto importante per imparare la gambata speciale, chiamata “bicicletta”, che si rivelerà fondamentale durante il gioco, per restare con la testa fuori e scivolare avanti e indietro mantenendo sempre il controllo di ciò che succede in campo. Invece, per quanto riguarda la costituzione fisica, non esistono particolari vincoli: inizialmente può essere avvantaggiato chi ha una corporatura più robusta, ma ho visto allievi dalla fisicità leggera diventare autentici campioni!

Come si svolge un allenamento di pallanuoto? C’è qualche consiglio da seguire prima di iniziare l’allenamento?
L’allenamento normalmente ha una durata da una a due ore. Durante la prima parte ci si dedica a preparare l’organismo allo sforzo con esercizi di bassa intensità ad alti livelli, questa parte si  può svolgere anche fuori dalla piscina per rafforzare la muscolatura. Successivamente si continua con una parte di tecnica con il pallone, mentre l’ultima parte è interamente dedicata al gioco, alla partita con schemi di gioco ed entusiasmo crescente. Consiglio sempre di arrivare ad allenamento con lo stomaco pieno: la pallanuoto è una disciplina che non può essere svolta da affamati. Carboidrati e frutta sono l’abbinamento migliore per arrivare pronti.

Cosa direbbe ad un ragazzo per convincerlo ad iscriversi al corso di pallanuoto?
Gli direi semplicemente che la pallanuoto è in grado di cambiare la mentalità di una persona. In un momento in cui i giovani sentono il bisogno di modelli da seguire, questa disciplina offre la ricetta migliore: credere in sé stessi. Lo spirito di squadra che si crea è unico: in questa disciplina non esistono ruoli, si è tutti impegnati a difendere ed attaccare INSIEME, ognuno ha bisogno dell’altro e questo fortifica ancor di più lo spirito di gruppo.

A questo punto, non resta che entrare in acqua, muovere le gambe, prendere la palla e mettersi alla prova: andate sul sito di Milanosport, dove troverete tutte le informazioni riguardo ai corsi.

Tags:
milanosportpallanuotoalexandros belesis

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Twins e Giulia Nati alla Milan Fashion Week Women’s 2018
di Paolo Brambilla - Trendiest
Manovra, non Tria ma i tecnici del Mef nel mirino M5s: "Nascondono i soldi"
di Angelo Maria Perrino
Te lo do io lo spread
di Angelo Maria Perrino

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.