A- A+
Milano
Centrale, aggredito inviato di Striscia Brumotti. Regione: "Manca sicurezza"

MILANO:INSULTI E MINACCE A BRUNOTTI DI 'STRISCIA' IN STAZIONE CENTRALE

Insulti, minacce e qualche spitone per Vittorio Brumotti di Striscia la Notizia davanti alla stazione centrale di Milano. L'inviato del tg satirico ha cominciato a fare acrobazie con la sua bicicletta disturbando i pusher che spacciano giorno e notte nella piazza. "Uno di loro - si legge nella nota - ha estratto un taser (la pistola elettrica da pochi mesi in dotazione alla polizia) che ha attivato davanti a Brumotti". 

“L’ennesima aggressione con tanto di minacce di morte da parte di immigrati in Stazione Centrale, ai danni del giornalista di Striscia la notizia Brumotti, pone ancora una volta l’attenzione sul tema sicurezza in città”, chiosano Samuele Piscina, Presidente del Municipio 2 di Milano, e Gabriele Abbiati, consigliere Comunale della Lega. “Evidentemente le comparsate del Sindaco Sala proprio allo stesso programma televisivo che ha trasmesso il servizio non risolvono i problemi di Milano. Ringraziamo le Forze dell'Ordine che fanno blitz ogni settimana in piazza Duca d’Aosta, ma anche il Comune e la Polizia Locale devono finalmente fare la loro parte!”. “La sinistra ritiene che spacciatori, venditori abusivi e nullafacenti siano anche loro delle risorse? La Lega, crede fermamente che sia giunto il momento di dare una svolta alla Stazione e all'intera città, governata dalla sinistra che predica accoglienza senza garantire la sicurezza dei cittadini onesti. E dal fronte comunale né Sala né Majorino condannano l’episodio e la quotidianità delinquenziale. – concludono i due esponenti leghisti - Esprimiamo piena solidarietá a Brumotti”.

Aggressione in Stazione Centrale a Brumotti, Cosentino (Capogruppo Fontana Presidente) “Situazione grave, pronto ad affiancare Brumotti”

“L’ultima aggressione da parte dei pusher in stazione centrale a Milano, ai danni di Vittorio Brumotti (inviato di Striscia la Notizia), è l’ennesimo nuovo allarme di mancanza di sicurezza in una delle zone di maggiore affluenza in Città. Sono pronto ad affiancare Brumotti nella sua prossima uscita in Stazione Centrale, così come lo saranno sicuramente altri Consiglieri di diverse forze politiche.”

Il consigliere regionale Giacomo Cosentino, del gruppo Fontana Presidente, commenta la recente aggressione ai danni dell’inviato di Striscia la Notizia, Vittorio Brumotti, avvenuta in Stazione Centrale a Milano. Il tema è ancora una volta lo spaccio di droga che avviene quotidianamente nell’area della Stazione, creando non solo degrado ma anche pericolo in una delle zone più trafficate del capoluogo lombardo.

“La situazione è arrivata al limite ed è il momento di intervenire – dichiara il Consigliere - ho già provveduto ad inviare una lettera al Prefetto e al Questore di Milano per chiedere interventi massicci con la speranza di sconfiggere una volta per tutte lo spaccio in uno dei luoghi simbolo di Milano, così da poter garantire maggiore sicurezza ai cittadini, ai lavoratori e ai viaggiatori che ogni giorno transitano in questa zona. Tutto questo sembra anche un affronto alle istituzioni visto che accade proprio sotto al Pirellone, sede di Regione Lombardia e tra i simboli più amati dai milanesi.”

 

Commenti
    Tags:
    stazione centralebrumottistriscia la notizia









    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Easy4.0: nuovi modi di vivere la casa
    di Francesco Palumbo
    Dallo sketch all'approfondimento. I miracolati della televisione italiana
    di Maurizio de Caro
    Che fine hanno fatto le giubbe gialle in Francia?
    di Diego Fusaro


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.