A- A+
Milano
Tamini, il sindaco di Melegnano: "Posti di lavoro restino sul territorio"
Vito Bellomo

«Vogliamo mantenere nella nostra città i posti di lavoro della Tamini ma la dirigenza, nonostante le promesse, non ha dato risposte». Il sindaco di Melegnano Vito Bellomo si schiera ancora una volta dalla parte dei lavoratori dopo aver avviato, lo scorso dicembre, un tavolo istituzionale per fronteggiare la ristrutturazione dell’azienda, leader a livello mondiale nella progettazione e produzione di trasformatori elettrici industriali, che nella Città del Perdono ha uno stabilimento e gli uffici amministrativi.

A seguito della disdetta del contratto di affitto della palazzina di Melegnano, però, 43 impiegati sono di fatto già trasferiti nel sito di Legnano, con gravissimi disagi. La quota di maggioranza della Tamini è controllata da Terna, ai cui vertici siedono figure indicate dal Governo. Il sindaco Bellomo aveva immediatamente sensibilizzato i parlamentari del territorio per avviare un dialogo presso il ministero delle Attività Produttive, ma neppure dal dicastero sono arrivate risposte.

«Questo atteggiamento di noncuranza nei confronti dei dipendenti è un insulto alle istituzioni e al lavoro. Ed è, peraltro, in netta antitesi con il dichiarato interesse di tutelare i lavoratori sbandierato dall’Esecutivo, che dovrebbe scegliere con maggiore attenzione i propri manager, evitando chi non è in grado di mantenere i contatti con il territorio. Non ci prendano in giro con il reddito di inclusione e gli ennesimi bonus quando di fronte a una questione concreta latitano. Spero che il neonominato amministratore delegato Luigi Ferraris si comporti meglio del predecessore Del Fante, che in estrema sintesi aveva risposto di non avere tempo per un incontro sulla Tamini. Un atteggiamento ingiustificabile e gravissimo, specie trattandosi di denaro pubblico», dichiara ancora il primo cittadino.

«Abbiamo fatto il possibile – incalza Bellomo – per sensibilizzare tutte le forze politiche affinché, attraverso un dialogo costruttivo con i vertici dell’azienda, si possano mantenere sul territorio i posti di lavoro, garantendo la continuità dell’impiego. I dipendenti e le loro famiglie hanno diritto a risposte chiare. L’ad di Tamini Pierpaolo Cristofori aveva promesso di presentare il piano industriale entro febbraio, ma lo ancora stiamo aspettando. Mi chiedo, dunque, dove sia finito il rispetto per i lavoratori e per l’istituzione cittadina che questa Amministrazione rappresenta».

Tags:
tamini melegnanovito bellomo melegnano


A2A
A2A
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Bullismo, giovani senza regole nè valori. E' la società del padre evaporato
di Diego Fusaro
Curare i pazienti non conviene, lo spiega Goldman Sachs
di Andrea Pensotti
Brindisi. "SaloneNautico Cashback Card”. Un'esclusiva Cashback World.
di Paolo Brambilla - Trendiest

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.