A- A+
Milano
Trenord, M5S contro la Lega: "Aumenti voluti da Regione per fare cassa"

Trenord, M5S contro la Lega: "Aumenti voluti da Regione per fare cassa"

Campagna del Movimento Cinque Stelle di Regione Lombardia contro gli aumenti Trenord: questa mattina volantinaggio e l'avvio di una raccolta firme.  Lo hanno annunciato gli stessi pentastellati spiegando che domani sarà presentata una mozione urgente in Consiglio regionale per chiedere "di sospendere la previsione contenuta nella Deliberazione XI/2088 relativa alla eliminazione, a partire dal prossimo ottobre, dei titoli di viaggio solo treno individuando, al contempo, modalità meno impattanti per l'utenza" e di "convocare, quanto prima, la Conferenza regionale del trasporto pubblico locale per concertare, con tutti gli attori coinvolti, i prossimi passaggi relativi all'integrazione tariffaria".

I consiglieri regionali Simone Verni, Massimo De Rosa e Nicola Di Marco si sono confrontati con viaggiatori e pendolari alla stazione Lambrate di Milano, distribuendo un volantino in cui è scritto "la colpa è della Lega, la Regione leghista ha deciso di far 'fare cassa' a Trenord, i cui servizi però rimangono sotto il limite della decenza". "Il M5S chiede alla Regione Lombardia lo stop immediato degli aumenti tariffari dei titoli di viaggio e la revisione della Delibera regionale XI/2088 che ha comportato il consistente aumento dei costi dei titoli di viaggio per gli utenti che utilizzano i soli servizi ferroviari" ha spiegato Verni, evidenziando che "saremo mobilitati nelle stazioni ferroviarie e nei gazebo per informare i pendolari e raccogliere le loro firme". "L'aumento delle tariffe porta soldi nelle casse di Trenord e nessun vantaggio per i pendolari" ha continuato, conclundendo "l'Assessore regionale Claudia Maria Terzi e Regione Lombardia facciano il loro dovere e l'interesse di chi usa il trasporto pubblico". L'M5S ha precisato che "è possibile firmare la petizione del M5S anche online sul sito change.org  a questo LINK.

Terzi (Regione): "Presto al via meccanismi compensativi"

Ma da Regione Lombardia giunge una risposta con le dichiarazioni dell'assessore Claudia Maria Terzi: "La tariffazione integrata portera' risparmi e benefici per la grande maggioranza dei pendolari del Milanese e del Monzese, dove il nuovo sistema entrera' in vigore il primo di ottobre. Chi utilizza solo il treno non avra' comunque nulla da temere. Saranno messe in campo compensazioni che, di fatto, scongiureranno l'aumento degli abbonamenti per i viaggiatori 'monomodali'". "La Regione - continua - e' intervenuta dando un mandato a Trenord in questo senso: prima con un'indicazione nella delibera di Giunta approvata a luglio, poi con una lettera di inizio settembre ai vertici della societa'. I meccanismi compensativi, che Trenord rendera' noto nei prossimi giorni, andranno a coprire integralmente i rincari per i pendolari che continueranno a utilizzare solo il treno non usufruendo quindi dei notevoli vantaggi garantiti dall'integrazione tariffaria. Se non ci saranno aumenti e se il sistema del trasporto sara' ottimizzato, e' perche' la Regione ha lavorato per tutelare i viaggiatori".

Commenti
    Tags:
    aumenti trenordm5slegaregione lombardia











    A2A
    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    i blog di affari
    Le capitali europee meno gettonate da visitare a Natale
    Johnson come Churchill: rilancia l'asse con gli Usa e si libera dell'Europa
    La moltiplicazione dei genitori
    di Annamaria Bernardini de Pace*


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.