A- A+
UrbanFile: appunti per Milano
Viale Montello, degrado urbano: recuperiamo il "Giardino Orientale"
Urbanfile: viale Montello

Viale Montello è uno dei viali che formano la parte esterna della cerchia dei bastioni (in gran parte rimossi a fine Ottocento). Al loro posto sorsero abitazioni e magazzini (chissà perché a nessuno venne in mente all'epoca di preservarli).

Forse, tra tutti i viali che seguono il percorso esterno dei bastioni, viale Montello è uno dei più degradati e abbandonati, specie nella parte verso la Porta Volta e piazzale Baiamonti, ancora bisognoso di un vero risanamento. Qui si trovano i due caselli Ottocenteschi del dazio, aperto dopo l'inaugurazione del Cimitero Monumentale nel 1866, e quello che resta di vecchi edifici demoliti già nel dopoguerra ma mai risolti che si trovavano sull'area dei bastioni.

E' incredibile come questa porzione di Milano, nel tempo, si sia completamente degradata da quando negli anni Trenta iniziarono ad essere spianati i bastioni per far posto ai binari perle vetture tranviarie per Giussano e la Brianza. Infatti dopo l'apertura della Porta Volta nel 1880, l'area attorno subì una trasformazione di classe, come ancora si può notare da alcune belle abitazioni che troviamo lungo viale Montello, come la casa d'angolo con via Guercino, al 2 o le case che seguono andando verso piazzale Biancamano, come la neo-rinascimentale che troviamo al civico 16. Area che ancora conservava (e conserva ancora) nuclei di vecchie case popolari.

I bastioni erano stati valorizzati con un bel giardino sopraelevato, come possiamo ritrovare ancora oggi ai bastioni di Porta Venezia. Poi l'ingrandimento della stazione dei trenini extraurbani e il lento declino. Via il giardino sopraelevato, la guerra, con le sue distruzioni, i ruderi, il benzinaio e l'abbandono totale per decenni.

Il risultato è questo muro che ricorda un vecchio palazzo del quale rimane solo la parte inferiore e funge da muro di cinta per il giardino condiviso di via Montello. Qui ancora non siamo riusciti a capire le intenzioni del Comune: in teoria il distributore dovrebbe venire rimosso, ma, nonostante il cartello, è ancora al suo posto.

In sostituzione del distributore dovrebbe essere costruito edificio gemello del palazzo di Herzog & De Meuron di Fondazione Feltrinelli, ma in versione ridotta. Poi un giardino.

01Urbanfile: viale MontelloGuarda la gallery

Il Giardino Condiviso fa parte di uno di quegli spazi messi a disposizione dei cittadini da parte del Comune, e che in qualche modo riesce a resistere, anche se, secondo noi andrebbe un po' sistemato, ad esempio eliminando le pareti dell'edificio vecchio che, prima o poi, andranno giù naturalmente.

01Urbanfile: viale MontelloGuarda la gallery

Noi avevamo proposto ad esempio, una soluzione per mantenere lo spazio verde durante l'Expo come Giardino Orientale, visto che qui inizia Chinatown.

Il viale è alberato su di un lato e in teoria non avrebbe parcheggi per auto, tranne nel tratto che va da via Giorgione a via Paolo Sarpi, ma come si vede dalla immagini, gli automobilisti cercano in ogni modo di lasciare l'auto parcheggiata ovunque ci stia.

La via è caratterizzata anche dalla presenza del imponente e massiccio edificio scolastico del Liceo Statale Carlo Tenca. Per il resto la scarsità di negozi la rende una via transitata esclusivamente per spostamenti più che per passeggiate. Qui si trovano anche i negozi cinesi di Chinatown e alcuni ristoranti orientali.

01Urbanfile: viale MontelloGuarda la gallery

Anche qui basterebbe poco per cambiare la situazione

01Urbanfile: viale Montello
 


blog.urbanfile.org
www.dodecaedrourbano.com

Tags:
viale montello

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Giuseppe Prinetti espone a Milano, in via Santa Marta 8a, il 27 e 28 novembre
di Paolo Brambilla - Trendiest
La presenza scenica: come può cambiare l’approccio al canto
di Giancarlo Genise
Comandare un robot con la forza del pensiero
di Maurizio Garbati

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.