A- A+
Milano
Virginia Raggi, a Milano il processo sul falso scoop dell'amante
Foto LaPresse

Virginia Raggi, a Milano il processo sul falso scoop dell'amante

E' un'udienza che tocca aspetti molto intimi della sua vita privata quella che vede Virginia Raggi parte offesa nel processo milanese in cui ha querelato la giornalista del settimanale 'Chi' Giulia Cerasoli e il suo direttore Alfonso Signorini per averle attribuito una relazione con Daniele Frongia, attuale assessore allo Sport del Comune di Roma da lei guidato.

"La forza di questa notizia falsa diffusa durante la campagna elettorale e' stata una marea, mi ha travolta. Una notizia che era un'invenzione pura, non sono mai stata ne' fidanzata, ne' amante, ne' ho mai avuto una relazione intima o affettiva con lui, cosa che l'articolo da' per scontato. Quello che piu' mi ha lasciata basita e fatto stare male e' essere accusata di avere favorito un mio amante. Da quel momento in poi, dopo che la notizia e' stata ripresa da tutti i siti e dai giornali, mi e' stato assegnato lo stigma di donna infedele e mi attribuivano dei flirt con tutti gli uomini del movimento. Ricorda di essere stata definita addirittura 'Messalina' in un articolo su un quotidiano".

Il 12 maggio del 2016, nella sua rubrica su 'Chi', la giornalista parlamentare scriveva: "Pare che la candidata a sindaco di Roma Virginia Raggi si stia separando dal marito e che frequenti assiduamente il collega ed ex consigliere M5S in Campidoglio Daniele Frongia. Niente di strano, se non fosse che Frongia avrebbe come obiettivo quello di diventare vicesindaco in caso di vittoria della fidanzata Raggi". Durante la sua testimonianza, Raggi ha ammesso che quello era un momento molto complicato nella sua relazione col marito Andrea Severini: "In quel periodo, io e lui vivevamo un periodo molto duro. Non essendo in grado di ricostruire nell'immediatezza la relazione, ci siamo allontanati, per non farci ancora piu' male, ma era una separazione finalizzata a ricostruire, non a chiudere".

"Anche se eravamo in case diverse - ha spiegato il sindaco - facevamo colazione e cenavamo insieme, anche perche' avevamo nostro figlio. Era una situazione liquida che si e' iniziata a risolvere all'inizio dell'autunno del 2016 quando abbiamo cominciato a riavvicinarci e poi siamo tornati a convivere. Della nostra crisi lo sapevano in pochi, tra cui anche Frongia che avevo conosciuto nel 2012 e col quale abbiamo cominciato a lavorare insieme al progetto politico. In quel momento lui non era in corsa per diventare vicesindaco. La notizia e' uscita in un momento molto delicato in cui per la prima volta una donna di un movimento antitetico a tutti i partiti cerca di fare una campagna elettorale fondata sui contenuti, cerca di superare tutti gli stereotipi ed entra nel mirino a causa di questo articolo che apre una valanga di insinuazioni e allusioni".

Dopo il primo cittadino, e' stato sentito come testimone anche il marito Andrea Severini: "Quando e' uscito l'articolo, ho subito mandato dei messaggi a Virginia e a Daniele per chiedergli se dicesse la verita'. Avevo paura che mio figlio venisse a sapere di questa cosa". Infine, anche Daniele Frongia e' comparso sul banco dei testimoni: "Io e Virginia non abbiamo mai avuto una relazione, solo un rapporto di carattere professionale. Quell'articolo mi ha toccato profondamente perche' ho cercato di costruire tutta la mia carriera sul merito e mi sono sentito dire di aver voluto usare una relazione inesistente per raggiungere un obbiettivo personale". Il processo e' stato aggiornato al 19 luglio.

Tags:
virginia raggi







A2A
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Strasburgo, vittime e carnefici nell'Europa dei sensi di colpa
di Maurizio de Caro
Juventus, dittatura bianconera in serie A
di Massimo Puricelli
Gilet gialli come la Rivoluzione francese: se il popolo è oppresso si solleva
di Diego Fusaro

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.