A- A+
Moda
2015, che rivoluzione nella moda. Due grandi addii e quanti giri di poltrone

Il 2015 è stato un anno decisamente movimentato per la moda italiana e mondiale. Innanzitutto per l’addio a due stilisti italiani famosi in tutto il mondo. Elio Fiorucci è morto all’improvviso nella sua casa di Milano lo scorso 20 luglio. Aveva appena compiuto 80 anni (il 10 giugno) e, da ultimo, era stato nominato tra gli 'ambassador' di Expo nell'architettura e nel design. Per 40 anni, dalla fondazione del marchio che porta il suo nome fino alla cessione e alla creazione del progetto 'Love therapy', lo stilista e creativo 'pop' lombardo e' stato tra le voci piu' all'avanguardia della moda italiana nel mondo. Iconiche le sue magliette con gli angioletti e i jeans stretch che esaltano le forme femminili, oggi tanto in voga (fu lui l’inventore).

Lo scorso 7 dicembre la moda ha invece salutato Maria 'Mariuccia’ Mandelli detta Krizia, stilista novantenne, bergamasca ma milanese d’adozione. Instancabile lavoratice, determinata nella ricerca dell'eccellenza, amante della bellezza e dell’arte. Il suo nome d'arte deriva dall'ultimo 'Dialogo' incompiuto di Platone sullla vanità femminile. 'Crazy Krizia’, invece, è il soprannome che le ha dato la stampa Usa per gli accostamenti di materiali insoliti (come gomma e sughero) e per le forme e i tagli audaci degli abiti. Ogni sua collezione era l'evocazione, in modo quasi rituale, di uno zoo onirico fatto di ruggiti astratti e ironici animali. I suoi hot pants, il suo animalier e il suo plissé hanno cambiato la moda.

Ma il 2015 non è stato solo un anno di addii. Numerosi anche i giri di poltrone ai vertici delle più importanti maison. Nel gennaio 2015 Gucci ha annunciato che Frida Giannini, dopo 10 anni di collaborazione, terminava il suo incarico come Direttore Creativo. Le collezioni Uomo e Donna Autunno-inverno 2015/2016 sono state presentate il 19 gennaio (in tempi record) e il 25 febbraio grazie al talento e all’impegno dei design team. Il nuovo direttore creativo è Alessandro Michele, braccio destro della stessa Giannini dal 2012.

A ottobre è stato invece lo stilista belga Raf Simons a dare l’annuncio: dopo tre anni di collaborazione ha lasciato “per motivi personali" la direzione creativa della maison francese Christian Dior. La sua ultima collezione di haute couture donna ha sfilato a Parigi il 2 ottobre 2015. Il designer, 47 anni, era passato alla guida di Christian Dior dopo l'uscita di John Galliano, nell'aprile 2012. La casa di moda francese non ha ancora svelato il suo successore.

Un vuoto ai vertici che continua anche da Lanvin dopo la separazione con Alber Elbaz alla guida creativa della maison da 14 anni. Elbaz ha lasciato dopo mesi di tensione con la proprietaria da un lato, Madame Shaw-Lan Wang, e il Ceo Michèle Huiban dall'altro. Elbaz è parigino d'adozione: nato a Casablanca nel 1961, è cresciuto in Israele e si è formato a New York. In molti pensavano si sarebbe trasferito da Dior, vista la concomitanza delle due notizie, ma al momento impera ancora il toto-nomi.

In casa Iceberg il giovane Alexis Martial ha lasciato la direzione creativa della linea donna per approdare, insieme ad Adrien Caillaudaud, da Carven. A sostituirlo come nuovo direttore creativo del womenswear di Iceberg, Arthur Arbesser, stilista 33enne di origine austriaca, che ha scelto Milano come base: è uno dei nomi più interessanti tra i giovani designer del panorama contemporaneo.

Molte le novità anche da Roberto Cavalli, dove a marzo è approdato lo stilista norvegese Peter Dundas, che ha lasciato Emilio Pucci. Pochissime settimane prima lo stilista Cavalli aveva venduto al fondo Clessidra il 90% della sua maison lasciando il ruolo di direttore creativo. <>

<>
Altri cambi di poltrona? L’americano Alexander Wang da Balenciaga sostituito da Demna Gvasalia e l’americana Donna Karan che dopo 30 anni di carriera è andata in pensione, sostituita per la linea DKNY dal duo creativo, Maxwell Osborne e Dao-Yi Chow, anima del brand Public School.

Tags:
2015modastilistigriffe
Loading...
in vetrina
Benedetta Bosi non sta con Briatore. E poi... Benedetta Bosi-Briatore news

Benedetta Bosi non sta con Briatore. E poi... Benedetta Bosi-Briatore news

i più visti
in evidenza
Marcuzzi, un mare di 'nostalgia' Senza reggiseno. E lato B..

TAYLOR MEGA, SHARM BOLLENTE

Marcuzzi, un mare di 'nostalgia'
Senza reggiseno. E lato B..


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Ford Focus st, prestazioni al top per la piu’ reattiva e agile di sempre

Ford Focus st, prestazioni al top per la piu’ reattiva e agile di sempre


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.