1938: il diesel Peugeot debutta con i tassisti francesi - Affaritaliani.it
A- A+
Auto e Motori
1938: il diesel Peugeot debutta con i tassisti francesi

All'inizio del Novecento il propulsore inventato da Rudolf Diesel suscitò grande interesse presso la comunità degli esperti di meccanica, che intuì che il suo sviluppo avrebbe potuto dare un forte impulso alla mobilità terrestre e non solo.

La misteriosa scomparsa dell’ingegnere (parigino di nascita ma figlio di una famiglia tedesca) durante una traversata della Manica in piroscafo alla vigilia del primo conflitto mondiale, pare ad opera dei servizi segreti prussiani, ne è la riprova. Il suo motore era divenuto, infatti, strategico in campo militare, soprattutto per l’utilizzo in marina: basti pensare, ai sommergibili e alle grosse navi da guerra.

Fu proprio dopo la Grande Guerra, grazie allo sviluppo tecnico che questa aveva portato anche nel campo dell’autotrazione, che si cominciò a pensare di equipaggiare alcune autovetture con propulsori Diesel, che però in Francia erano consentiti solo sui mezzi commerciali.

Tale limitazione aveva ragioni principalmente fiscali. Infatti, “l’huile lourde", come veniva chiamato il carburante dei diesel, costava un terzo rispetto alla benzina e consentiva di percorrere un numero maggiore di chilometri, anche se con prestazioni più contenute.

Nonostante ciò, nel 1928 Peugeot decise di equipaggiare una Torpedo 175 con un Diesel e di realizzare, con successo, alcune prove su strada.

Ma fu solo con la definitiva messa a punto e l’avvio della produzione avvenuta nel 1936, presso lo stabilimento di Lille, del Diesel HL 50, che il Marchio fu in grado di proporlo sui suoi veicoli commerciali, ivi compresi alcuni esemplari di taxi 402 LT realizzati su carrozzerie del tipo “limousine commerciale”. Il “Cavallo di Troia” che consentì di montare il motore Diesel sulle 402 pare sia stato proprio l’uso di carrozzerie classificate come commerciali.

La cifra esatta di esemplari prodotti non è nota, ma sappiamo che nel totale furono meno di 500 gli HL 50 assemblati, e che solo una piccola parte di questi fu montato sulle 402, che nel 1938 furono consegnate in via del tutto esclusiva ai tassisti che da tempo le attendevano.

Una storia lunga oltre 200 anni

Questo esperimento fu solo il primo timido passo volto ad aprire la strada ad una più vasta produzione e commercializzazione delle vetture Diesel, progetto purtroppo interrotto dallo scoppio della Seconda guerra mondiale.

Bisognerà così attendere gli anni Sessanta per ottenere la totale liberalizzazione nel commercio delle vetture Diesel e anche in questo caso Peugeot fu in prima linea tra le Case automobilistiche, pronta a coglierne l’opportunità con la 403.

Tags:
peugeot tasisti

in evidenza
Da Fedez al "fantasma dell'opera" I mariti delle donne più influenti

Costume

Da Fedez al "fantasma dell'opera"
I mariti delle donne più influenti

i più visti
in vetrina
Royal Family News, Meghan Markle rivela le 4 parole del papà mai rivelate

Royal Family News, Meghan Markle rivela le 4 parole del papà mai rivelate

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
La nuova tecnologia Ford risveglia dall’incubo di guida in contromano

La nuova tecnologia Ford risveglia dall’incubo di guida in contromano

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.