A- A+
Auto e Motori
Alfa Romeo Stelvio: l’eccellenza al quadrato

Milano – Forte dei Marmi andata e ritorno. 4 passeggeri a bordo di Stelvio, il primo SUV del “Biscione”. Per la cronaca, quello con sotto il cofano il 2.0 benzina da 280 CV…

Si tratta di un motore best in class in termini di accelerazione, capace di accelerare da 0 a 100 km/h in soli 5,7 secondi. Dato, quest’ultimo, dichiarato dal costruttore e non certamente ottenuto da noi. Perché noi ci siamo limitati a metterci al volante per capire cosa significa guidare un SUV così bello e così sportivo. Come prima cosa va’ detto che è molto comodo per tutti i passeggeri (nessuno si è, infatti, lamentato, tutt’altro): dai sedili allo spazio disponibile fino ai vari vani porta-oggetti, ben distribuiti su tutta la vettura, che rendono la vita a bordo davvero piacevole, apprezzabile soprattutto nei lunghi viaggi. Come seconda cosa (e qui il fortunato è il conducente), ha un comportamento dinamico impeccabile, da vera sportiva, come dimostrano una distribuzione equilibrata dei pesi, lo sterzo diretto e preciso come un orologio svizzero e le sospensioni top con tecnologia esclusiva AlfalinkTM. Ottimo l’impianto frenante così come l’impiego di materiali ultraleggeri e tecnologici (quali la fibra di carbonio per l’albero di trasmissione e l’alluminio per i motori, le sospensioni, il cofano, i parafanghi, le portiere ed il portellone) che permettono allo Stelvio di essere molto maneggevole e abile in qualunque tipo di manovra. Terza cosa, i consumi: con il potente benzina, ci aspettavamo consumi da formula uno ma, onestamente, se non si schiaccia troppo sull’acceleratore, sono più che accettabili, anche in città. La nostra media, infatti, è stata di 10 litri di carburante per percorrere i fatidici 100 chilometri e non è affatto male visto che, a disposizione, avevamo ben 280 CV.

Proporzioni e dinamica sportiva. Le proporzioni di Stelvio esprimono compattezza, forza e dinamicità: 468 centimetri di lunghezza, 167 cm di altezza e 216 cm di larghezza. All’esterno, si caratterizza per la linea accattivante che nasce dal perfetto equilibrio tra tradizione, design e performance: è una vera e propria alchimia che appartiene alla storia ultrasecolare del marchio. La stessa impronta di sportività elegante si ritrova nell’abitacolo che si conferma pulito, essenziale e "cucito" come un abito, con cura artigianale e materiali pregiati: pellami, anche "Pieno Fiore, legni veri e tessuti sono stati scelti per la loro piacevolezza visiva e tattile e assemblati in modo da fare sentire la mano dell'uomo. Onestamente, dal punto di vista dei materiali, manca ancora qualcosina per essere alla pari con le dirette concorrenti tedesche mentre, per tutto il resto, ci siamo. Anzi, dal punto di vista della dinamica e dell’handling in generale, forse Stelvio ha qualcosa in più.

Al centro di tutto il guidatore, come dimostrano il tunnel diagonale, la plancia leggermente ondulata e il volante, rivestito in pelle, piccolo e diretto per adattarsi a tutti gli stili di guida. A sua disposizione anche un chiaro quadro strumenti TFT a colori (con display da 3,5” o 7”) che offre tutte le informazioni essenziali mentre l’interfaccia uomo/macchina si compone di due comandi rotativi che regolano, in modo semplice e immediato, il selettore Alfa DNA  e il sistema Alfa Connect. Quest’ultimo, a seconda degli allestimenti, propone un display da 6,5” o 8.8” ad alta risoluzione, anche con funzione di navigazione 3D integrata, che rappresenta l’ultima frontiera dell’infotainment. Il dispositivo è stato sviluppato in collaborazione con Magneti Marelli.

Tecnologia over the top. Alfa Romeo Stelvio si caratterizza per i numerosi e sofisticati sistemi di sicurezza, offerti di serie o a richiesta a seconda degli allestimenti. Tra questi ricordiamo l’Integrated Brake System (IBS), l'innovativo sistema elettromeccanico che combina il controllo di stabilità con il tradizionale servofreno che garantisce una risposta istantanea del freno e di conseguenza una sensibile riduzione dello spazio di frenata. E ancora: i sistemi “Forward Collision Warning” e “Autonomous Emergency Brake” con riconoscimento pedone, che avvisano il conducente in caso di potenziale collisione frontale per mezzo di segnali sonori e poi attivando il sistema frenante;  il “Lane Departure Warning, che avverte il conducente in caso di abbandono involontario della corsia. La dotazione include inoltre il Blind Spot Monitoring (BSM) con Rear Cross-Path Detection che monitorano continuamente le zone cieche posteriori su entrambi i lati del veicolo e avvisano il guidatore in caso di situazione di potenziale rischio. Non ultimo, il Cruise Control Adattativo che adegua automaticamente la velocità in base alla situazione del traffico.

Oltre al suo stile distintivo e alla sua eccellente dinamica di guida, Alfa Romeo Stelvio mostra tutto il suo carattere con due nuovi propulsori - 2.0 Turbo benzina da 280 CV e 2.2 Diesel da 210 CV - che esaltano al meglio l’anima sportiva del SUV che, soprattutto sul percorso misto, restituisce sensazioni uniche anche al guidatore più esperto. Abbinate al cambio automatico a 8 marce e alla trazione integrale Q4,  le motorizzazioni appartengono a una nuova generazione di propulsori a quattro cilindri interamente in alluminio e dotate di albero di trasmissione in fibra di carbonio. Innovativi e affidabili, i motori di Stelvio rappresentano il meglio della tecnologia del Gruppo e sono prodotti in Italia negli stabilimenti di Termoli (benzina) e Pratola Serra (gasolio), in aree dedicate ai motori Alfa Romeo, con processi e metodologie all’avanguardia che li proiettano ai vertici delle loro categorie per prestazioni ed efficienza. Un dato su tutti: Stelvio 2.0 Turbo Benzina da 280 CV è best in class in termini di accelerazione passando da 0 a 100 km/h in appena 5,7 secondi.

La gamma sarà completata con altri nuovi propulsori tra cui il 2.0 Turbo benzina da 200 CV e il 2.2 Diesel da 180 CV, entrambi con cambio automatico a 8 marce e trazione integrale Q4. Il 2.2 Diesel da 180 CV sarà anche disponibile con trazione posteriore.

Un tornante di montagna, doppie curve in autostrada, uno sterrato sassoso, un rettilineo innevato o una curva sotto una pioggia battente: tutte situazioni al limite e luoghi ideali per mettere alla prova l’agilità e la potenza di Stelvio. Merito soprattutto del sistema Q4 che assicura tutti i vantaggi della trazione integrale e, allo stesso tempo, garantisce tutto il piacere di guida di un'auto a trazione posteriore. In dettaglio, la sua architettura comprende una scatola di rinvio attiva e un differenziale anteriore progettati per soddisfare i requisiti tecnici specifici di Alfa Romeo, al fine di gestire in tempi molto rapidi una coppia elevata con una configurazione particolarmente compatta e leggera. Il sistema Q4 monitora continuamente numerosi parametri per garantire la miglior ripartizione della coppia tra i due assali in funzione dell'utilizzo della vettura e dell'aderenza stradale. In condizioni normali di aderenza Stelvio con sistema Q4 si comporta come un veicolo a trazione posteriore: il 100% della coppia è inviato al retrotreno. All'approssimarsi del limite di aderenza delle ruote, il sistema trasferisce in tempo reale fino al 50% della coppia motrice all'assale anteriore. Questo si traduce in un controllo della vettura ai vertici della categoria in termini di trazione e stabilità direzionale in curva.

Alfa DNA… DNA Alfa Romeo. Alfa Romeo Stelvio propone il nuovo selettore Alfa DNA, che modifica il comportamento dinamico del veicolo in base alle scelte del guidatore: Dynamic, Natural e Advanced Efficiency (nuova modalità di risparmio energetico).

In dettaglio, la modalità Dynamic privilegia le performance e la reattività. La risposta dello sterzo è più precisa, la frenata più pronta e i sistemi di controllo elettronico lasciano spazio al piacere di una guida sportiva. Invece la modalità Natural è  ideale per i percorsi urbani ed autostradali. Il comportamento dinamico è orientato al comfort ed all’efficienza. Infine, con la nuova modalità Advanced Efficiency è possibile massimizzare il risparmio energetico e ridurre al minimo il livello di emissioni.

Massimo Redaelli 

 

 

Tags:
alfa romeostelvioforte dei armimilano

in vetrina
Massimiliano Allegri e Ambra Angiolini si sposano: nozze a giugno 2019

Massimiliano Allegri e Ambra Angiolini si sposano: nozze a giugno 2019

i più visti
in evidenza
La moglie rompe il silenzio "Michael è un combattente e..."

Schumi, parla Corinna

La moglie rompe il silenzio
"Michael è un combattente e..."

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Dal 15 novembre scatta l’obbligo del montaggio di pneumatici invernali

Dal 15 novembre scatta l’obbligo del montaggio di pneumatici invernali

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.