A- A+
Auto e Motori
Confindustria ANCMA: in Italia vendute nel 2018 1,5 milioni di bici

Nell’era della sharing economy, con una straordinaria crescita di bikesharing a postazione fissa e free floating (+ 147% solo nel 2017 e una flotta di circa 40mila mezzi sul territorio), il mercato interno delle biciclette continua a tenere. Il successo di queste nuove soluzioni di mobilità su due ruote non spegne il desiderio di acquisto degli italiani. Sono infatti 1.595.000 le biciclette vendute nel 2018 e, malgrado una flessione del 5,5% del volume di vendite complessivo sull’anno precedente, l’industria italiana di riferimento si conferma un’eccellenza. A pochi giorni dalla partenza del Giro d’Italia 2019, la fotografia annuale scattata da Confindustria ANCMA, l’Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori, descrive infatti una produzione pressoché invariata, che si attesta su oltre 2.445.000 di pezzi, e una bilancia commerciale che fa segnare un più 43milioni di euro sul 2017.

Sul fronte del mercato interno il segno meno interessa principalmente la bicicletta tradizionale (-7,6%), mentre continuano a crescere in maniera significativa le E-Bike che, dopo l’incremento a doppia cifra dell’anno scorso, fanno segnare nuovamente un +16,8%, con 173.000 pezzi venduti. Anche la produzione, grazie all’introduzione dei dazi antidumping Ue sulla concorrenza sleale delle biciclette elettriche provenienti dalla Cina, vola a 102.000 pezzi, il 290% in più rispetto al 2017. Numeri importanti che si riflettono sull’export delle bici a pedalata assistita, che nel 2018 raggiunge un valore di 42 milioni di euro, più 300% sull’anno precedente. Le esportazioni complessive (bici tradizionali ed E-Bike), nonostante un calo nei volumi (da 1.556.000 nel 2017 a 1.363.000) si attestano invece su 183 milioni di euro, confermando il valore che il comparto continua a produrre in termini di qualità, riconoscibilità nel mondo, avanguardia delle soluzioni tecniche e design.

Il presidente di Confindustria ANCMA, Andrea Dell’Orto, commentando i dati elaborati dall’associazione ha sottolineato “il grande potenziale di sviluppo ulteriore del comparto e di tutta la filiera collegata ad esso”. “Investire di più e meglio sulla cultura della bicicletta, sulle infrastrutture ciclabili e la promozione del cicloturismo nel nostro Paese può infatti creare opportunità di crescita molto importati. L’industria di riferimento – ha aggiunto Dell’Orto - è pronta a fare la propria parte e sta dimostrando grande dinamismo e lungimiranza, ma al Governo e alle Istituzioni locali chiediamo uno sforzo in questa direzione, perché le ricadute economiche e occupazionali possono essere molto rilevanti”.

Commenti
    Tags:
    confindustria ancmamercato bicie.bike
    in evidenza
    Vacanze green per gli italiani 3 su 4 in malghe, frantoi e cantine

    Green

    Vacanze green per gli italiani
    3 su 4 in malghe, frantoi e cantine

    i più visti
    in vetrina
    Lapo Elkann ha una nuova fidanzata: Laila, una modella africana. FOTO

    Lapo Elkann ha una nuova fidanzata: Laila, una modella africana. FOTO



    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes Classe A e B entrano nell’era nell’ibrido plug-in di terza genera

    Mercedes Classe A e B entrano nell’era nell’ibrido plug-in di terza genera


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.