Fondatore e direttore
Angelo Maria Perrino

Dakar 2018 sempre più nel segno delle Peugeot

Poteva sembrare una competizione equilibrata, ma in realtà si sta rinnovando il leit motiv dell’edizione 2017 della difficile quanto prestigiosa competizione

Dakar 2018 sempre più nel segno delle Peugeot

Non c’è partita, verrebbe da dire. Già, perché alla Dakar 2018 le Peugeot DKR stanno facendo una differenza abissale. O quasi. Così, pure in condizioni più difficili, si rinnova il leit motiv dell’edizione 2017 della prestigiosa competizione.

Al termine della quarta tappa la situazione tende infatti a stabilizzarsi sempre più a favore delle vetture di Velizy, con un Despres in ritardo, fermo in pista in attesa dell’arrivo del camion di assistenza per riparare la sospensione posteriore danneggiata in un impatto

Il team Peugeot Total risponde con la seconda tripletta dall’inizio del Rally. Cambia soltanto l’ordine degli equipaggi all’arrivo di San Juan de Marcona, al termine dell’anello di 330 chilometri di prova speciale, ancora tra le dune e le sabbie infide del deserto di Ica, stupendo ma implacabile. Un vero teatro dell’arte del Rally-Raid.

La nuova proposta di ordine d’arrivo al traguardo di Marcona, fissato non lontano dalle spiagge della piccola quanto graziosa città sul bordo del Pacifico, premia l’equipaggio Sébastien Loeb e Daniel Elena, autore di una prova perfetta e capace di ottenere la prima vittoria in questa edizione del Rally.

Al secondo posto la macchina di Sainz e Cruz, pur rallentata da una foratura all’inizio della tappa, al terzo la 3008 DKR Maxi di Peterhansel-Cottret, con un piccolo errore di navigazione anche per i campioni in carica delle due ultime due stagioni di Dakar.

La Dakar 2018 matura una nuova era di agonismo e d’un colpo torna a essere, sotto la direzione di Marc Coma, la Maratona del motorismo della leggenda.

È una Dakar difficile, tecnica e faticosa, con una componente di navigazione micidiale e nuovi parametri da gestire con estrema attenzione. È la Dakar, insomma che mette alla prova piloti e navigatori e in modo quasi irrispettoso le vetture, sottoposte alle torture del terreno e dell’imprevisto.

È anche la Dakar, tuttavia, che premia - con l’azione spettacolare dei suoi campioni - la passione per una specialità che unisce competizione e avventura in un evento che continua a essere unico e irripetibile.

Non a caso, evidentemente, anche nel salto di qualità dell’edizione 2018 il team Peugeot Total modella una operazione esemplare, sbarazzandosi degli avversari e imponendo un rigore di dominio impietoso.

La tappa che conclude la serie del Pacifico favoriva le Peugeot in virtù dell’ordine di partenza definito dal risultato della vigilia, ma prima di affrontare la “campagna” che porterà la Dakar sulle Ande e fino al Titicaca, prima di lasciare il Perù, ora tre Peugeot 3008 DKR Maxi sono al comando. Nell’ordine, quelle di Stephane Peterhansel, Sébastien Loeb e Carlos Sainz, racchiuse in uno spazio di 12 minuti.

Gli inseguitori sono alle spalle, ormai a un’ora di distanza, e con un Despres che al chilometro 180 della “speciale” deve inchinarsi alle difficoltà del Rally da lui vinto 5 volte in sella a una moto.

Ecco affacciarsi un pilota abituato al deserto ma non alla Dakar, lo sceicco Al Qassimi, che in coppia con il navigatore Panseri ed evidentemente ben assecondato dalla quinta 3008 DKR in gara, sale in  classifica generale e si colloca al settimo posto assoluto. E la sfida continua.

 

 

CLASSIFICA QUARTA TAPPA

1. Sébastien Loeb (FRA) / Daniel Elena (MCO), PEUGEOT 3008DKR Maxi, 3h57min53s

2. Carlos Sainz (ESP) / Lucas Cruz (ESP), PEUGEOT 3008 DKR Maxi, +1min35s

3. Stéphane Peterhansel (FRA) / Jean-Paul Cottret (FRA), PEUGEOT 3008DKR Maxi, 3min16s

4. Eugenio Amos (ITA) / Sébastien Delaunay (FRA), Ford 2WD, +35min36s

5. Khalid Al Qassimi (ARE) / Xavier Panseri (FRA), Peugeot 3008DKR Maxi, +40min29s

6. Lucio Alvarez (ARG) / Robert Howie (ZAF), Toyota 4WD, +41min05s

7. Bernhard Ten Brinke (NLD) / Michel Perin (FRA), Toyota 4WD, +42min22s

8. Yazeed Al-Rajhi (SAU) / Timo Gottschalk (DEU), Mini 2WD, +43min05s

9. Martin Prokop (CZE) / Jan Tomanek (CZE), Ford 4WD, +47min04s

10. Nasser Al Attiyah (QAT) / Matthieu Baumel (FRA), Toyota 4WD, +54min21s

 

CLASSIFICA GENERALE

1. Stéphane Peterhansel (FRA) / Jean-Paul Cottret (FRA), PEUGEOT 3008DKR Maxi, 10h36min07s

2. Sébastien Loeb (FRA) / Daniel Elena (MCO), PEUGEOT 3008DKR Maxi, +6min55s

3. Carlos Sainz (ESP) / Lucas Cruz (ESP), PEUGEOT 3008 DKR Maxi, +13min06s

4. Nasser Al Attiyah (QAT) / Matthieu Baumel (FRA), Toyota 4WD, +58min48s

5. Bernhard Ten Brinke (NLD) / Michel Perin (FRA), Toyota 4WD, +1h10min24s

6. Eugenio Amos (ITA) / Sébastien Delaunay (FRA), Ford 2WD, +1h19min49s

7. Khalid Al Qassimi (ARE) / Xavier Panseri (FRA), Peugeot 3008DKR Maxi, +1h21min09s

8. Giniel de Villiers (ZAF) / Dirk von Zitzewitz (ZAF), Toyota 4WD, +1h21min47s

9. Martin Prokop (CZE) / Jan Tomanek (CZE), Ford 4WD, +1h22min44s

10. Jakub Przygonski (POL) / Tom Colsoul (BEL), Mini 4WD, +1h35min30s


In Vetrina

Isola dei Famosi 2018 cast: cellulari sequestrati. E Rosa Perrotta..

In evidenza

Belen e Iannone convivono Casa a Lugano e... Gossip
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare

Motori

Peugeot, per il Leone un 2017 da incorniciare!

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.