A- A+
Auto e Motori
Mercedes-Benz Sprinter: con la giusta (at)trazione

Il viaggio del nuovo Sprinter parte dai dintorni di Roma, dove si trova il Logistic Center Capena, fulcro della distribuzione di ricambi e accessori originali per Mercedes-Benz, smart e FUSO Canter. Si tratta di un punto di riferimento strategico per assicurare la continuità e la qualità di tantissime professionalità. Il centro logistico fa parte, infatti, della rete del GSP che, in pratica, gestisce l’intera catena di ricambi di Mercedes-Benz, dal fornitore fino al retail. Praticamente Capena è un centro di assoluta rilevanza perché da qui vengono serviti l’Italia, la Grecia e l’intera penisola iberica. Ha una superficie di oltre 35 mila metri quadrati, un assortimento di oltre 72.000 prodotti e uno stock del valore di oltre 35 milioni di euro. Ogni giorno arrivano in media presso il Logistic Center Capena 11 bilici con i ricambi per il reintegro scorte e 2 veicoli con i ricambi urgenti. Vengono scaricate in media 3.000 parti di ricambio al giorno e, per ognuna di esse, viene verificata l’integrità e la qualità.

Non male, quindi, l’idea di presentare il nuovo Sprinter, best seller di Mercedes-Benz Vans, proprio qui, a Capena.

 

Con questi prezzi…

Il listino del nuovo Sprinter è davvero interessante: parte, infatti, da 24.432 euro per i Furgoni e da 21.401 per i Telai cabina singola (IVA esclusa) per la versione d’accesso con trazione anteriore.

“Più di 3,4 milioni di veicoli consegnati in 130 Paesi - afferma Ulf Zillig, Overall Project Manager per lo Sprinter di Mercedes-Benz Vans – è questo il risultato conseguito dalle prime due generazioni dello Sprinter. Ciò testimonia in modo inequivocabile che lo Sprinter è a suo agio in qualunque parte del mondo e deve poter soddisfare una gamma incredibilmente ampia di esigenze specifiche, in funzione di ciascun Paese e ciascun settore d’impiego”.

 

A ciascuno il suo Sprinter

Furgone, Tourer, Telaio cabinato cassonato, Autotelaio o Testata motrice, tre concept di trazione (per la prima volta è possibile optare per la trazione anteriore), configurazione della cabina, lunghezze della sovrastruttura, tonnellaggio ed altezze del vano di carico: solo sulla base di questi parametri risulta una molteplicità di varianti dello Sprinter ulteriormente accresciuta. In questo modo è possibile realizzare oltre 1700 differenti versioni, molte di più rispetto al modello precedente. Lo Sprinter offre risposte a tutti i compiti di trasporto: dai singoli proprietari impegnati in attività tradizionali fino ai gestori di flotta molto sensibili ai costi. Mercedes-Benz Vans offre la risposta giusta anche ai gruppi relativamente giovani dei responsabili di start-up impegnate, ad esempio, nel servizio consegne in ambito urbano oppure alle società che si convertono in attività orientate al futuro mostrando un chiaro orientamento alla mobilità sostenibile.

 

E’ anche connesso

Tutte le offerte di collegamento in rete, disponibili a richiesta, vengono riassunte in un prodotto denominato Mercedes PRO connect. Il servizio su base web destinato ai gestori flotte (dalla ditta più piccola fino ai grandi Clienti) collega il gestore del parco veicolo a tutti i veicoli e autisti della flotta tramite il tool Fleet Management. In questo modo è possibile gestire gli ordini on-line e richiamare pressoché in tempo reale informazioni sui veicoli quali posizione, livello carburante e intervalli di manutenzione. Il tool Fleet Management, strumento di facile lettura e semplici modalità d’utilizzo, consente al gestore un monitoraggio costante della propria flotta, in modo semplice e veloce.

 

Otto pacchetti di servizi

Per il lancio sul mercato di Mercedes PRO connect come dotazione di fabbrica vengono introdotti otto pacchetti con servizi centralizzati basati sulla flotta, sul veicolo, sul conducente e sulla posizione. Tra i principali servizi figurano, ad esempio, Stato del veicolo, Logistica del veicolo, Comunicazione della flotta, Gestione della manutenzione e degli incidenti ed un Registro di viaggio digitale. Stato del veicolo mostra tutti i principali dati del veicolo e l’utilizzo del medesimo in un periodo di tempo selezionato. Logistica del veicolo comprende il richiamo pressoché in tempo reale delle posizioni dei veicoli e la configurazione e la visualizzazione dei Geofence (monitoraggio geografico). L’invio di messaggi, indirizzi o dati di contatto fra il tool Fleet Management e l’app Mercedes PRO connect migliora la comunicazione della flotta, mentre le informazioni sui servizi in scadenza facilitano la gestione delle manutenzioni. La guida a destinazione dinamica, inoltre, offre significativi vantaggi rispetto alla pianificazione statica dei percorsi effettuata prima dell’inizio dei viaggi di consegna.

 

Trazione posteriore, anteriore o integrale

Trazione anteriore, posteriore o integrale. Per la prima volta, il nuovo Sprinter può essere dotato di tutte e tre le varianti di trazione e si adatta così alla perfezione alle singole esigenze di trasporto ed alle tipologie d’impiego. La trazione anteriore esprime tutte le sue potenzialità legate al principio di funzionamento soprattutto nei veicoli con carico leggero. Il peso maggiore e, quindi, la maggiore pressione sull’asse anteriore migliorano notevolmente la trazione e, di conseguenza, le prestazioni. Così il nuovo Sprinter è in grado di affrontare superfici difficili o neve e ghiaccio in inverno con maggiore facilità.

Allo stesso tempo, sulla versione furgone la capacità di carico aumenta di ben 0,5 m3 rispetto alla trazione posteriore ed alla trazione integrale, mentre il carico utile è stato incrementato di circa 50 chilogrammi rispetto ad un veicolo a trazione posteriore con equipaggiamento paragonabile. Il piano di carico ribassato di 80 millimetri facilita l’accesso al vano di carico nei van ad uso commerciale, nonché l’accesso alla zona giorno e notte dei camper. L’altezza interna delle porte sul lato posteriore è stata inoltre aumentata di 80 millimetri. Il carico rimorchiabile massimo raggiunge le 2,0 tonnellate.

La trazione anteriore di nuovo sviluppo viene combinata a scelta con il cambio manuale a 6 marce, anch’esso di nuova concezione, o con il nuovo cambio automatico a 9 rapporti con convertitore di coppia. Nelle varianti lunghe sono disponibili passi da 3.259 e 3.924 millimetri. I tonnellaggi previsti vanno da 3,0 a 3,5 tonnellate, passando anche per le 3,3 tonnellate e per le versioni Furgone, Autotelaio con cabina singola e Testata motrice.

Comfort di marcia ottimale, diametro di volta inferiore e maggiore agilità

Con la trazione posteriore, i vantaggi classici dati dalla separazione di trazione e sterzo si traducono in un comfort di marcia ottimale, un diametro di volta inferiore ed un comportamento su strada più agile. La trazione posteriore regala maggiore controllo anche nei viaggi con rimorchio e con peso totale massimo ammesso al limite. Si può optare per le versioni Furgone, Autotelaio con cabina singola o doppia e per lo Sprinter Tourer. Altre possibilità di personalizzazione sono date dai tre diversi passi e dal tonnellaggio compreso tra 3,0 e 5,5 tonnellate. Il carico rimorchiabile massimo raggiunge le 3,5 tonnellate.

La trazione integrale inseribile migliora la trazione in particolare in caso di condizioni atmosferiche o stradali difficili, aumentando così la sicurezza e la dinamica di marcia. Si può scegliere anche la demoltiplicazione in caso di utilizzo in contesti impegnativi. Anche per lo Sprinter a trazione integrale è per la prima volta disponibile a richiesta il cambio automatico 7G-TRONIC PLUS, che regala un maggiore comfort di innesto e riduce i consumi.

 

Motori e cambi

Sarà apprezzato sicuramente il motore diesel da 3,0 litri di cilindrata che eroga una potenza di 140 kW (190 CV) e mette a disposizione una coppia di 440 Nm tra 1600 e 2600 giri/min. Si tratta dell’unico sei cilindri nel segmento dei grandi van e colpisce non solo per la straordinaria forza propulsiva, ma anche per l’eccezionale silenziosità ed il massimo comfort di marcia.

Al pari della versione da 3 litri, anche il più piccolo motore diesel a quattro cilindri dispone di iniezione diretta common rail. Con la trazione posteriore, il propulsore da 2,1 litri di cilindrata genera a scelta tre diversi livelli di potenza: 84 kW (114 CV), 105 kW (143 CV) o 120 kW (163 CV). Con la trazione anteriore, si spazia da 84 kW (114 CV) a 105 kW (143 CV), fino a 130 kW (177 CV).

Tutte le motorizzazioni diesel in Europa sono disponibili con cambio manuale o automatico e sono conformi alla norma Euro 6/VI. Negli USA e in Canada la gamma di motori è completata da un potente propulsore a benzina abbinato a un cambio automatico a 9 marce.

Tra le novità tecniche del nuovo Sprinter figurano due cambi di nuovo sviluppo per la trazione anteriore. Una novità nel segmento dei van è rappresentata dall’impiego di un cambio automatico a 9 rapporti con convertitore di coppia. Le marce sono state modificate in modo da ottenere il miglior rapporto possibile tra consumi ed agilità. Basse emissioni acustiche ed un comfort di marcia più elevato sono altri punti di forza del nuovo modello. Con il sistema ‘Drive Select’ ed i comandi al volante, i conducenti possono intervenire manualmente sul profilo di innesto attuale.

Il cambio manuale a 6 marce, anch’esso di nuovo sviluppo, colpisce per l’elevato comfort di innesto senza fastidiose vibrazioni della leva del cambio. Tutto questo è possibile grazie alla nuova sensoristica con riconoscimento della marcia.

Anche il famoso cambio automatico 7G-TRONIC PLUS può ora essere comandato mediante il sistema ‘Drive Select’, disponibile da subito per tutte le varianti a trazione posteriore con motore diesel e tutte le varianti a trazione integrale. Il cambio colpisce per le procedure di innesto semplici, i bassi consumi ed i costi di manutenzione contenuti.

 

Arriverà anche l’eSprinter

Dopo l’evoluzione dei motori diesel altamente efficienti, in futuro Mercedes-Benz Vans offrirà propulsori elettrici a zero emissioni locali in tutti i segmenti, dando così una spinta all’elettrificazione della flotta commerciale. L’inizio è segnato dall’eVito, che potrà essere ordinato indicativamente da fine anno. Al Vito seguirà l’eSprinter nel 2019. I modelli elettrici, studiati soprattutto per il traffico cittadino, non solo vanno a vantaggio dell’ambiente, ma offrono anche ai Clienti un evidente valore aggiunto grazie alla loro adattabilità all’impiego quotidiano ed alla loro flessibilità.

 

Commenti
    Tags:
    mercedewssprinterveicoli commerciali
    in evidenza
    Stati Uniti e Cina litigano sul 5G Ma Huawei lavora già al 6G

    Guerra fredda tech

    Stati Uniti e Cina litigano sul 5G
    Ma Huawei lavora già al 6G

    i più visti
    in vetrina
    Crisi, le reazioni social: da De Falco a Salvini, ecco le più virali. FOTO

    Crisi, le reazioni social: da De Falco a Salvini, ecco le più virali. FOTO



    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nissan Juke, svelate le foto della seconda generazione in arrivo a settembre

    Nissan Juke, svelate le foto della seconda generazione in arrivo a settembre


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.