A- A+
Auto e Motori
Nuova Astra debutta in anteprima mondiale a Francoforte 2019

la nuova Opel Astra debutterà al prossimo Salone Internazionale dell’Automobile di Francoforte (giorni di apertura al pubblico dal 12 al 22 settembre), si affianca alle leggendarie Opel Calibra e Insignia tra le vetture più aerodinamiche mai prodotte dal costruttore tedesco. Con un coefficiente di resistenza aerodinamica di 0,26 per Astra 5 porte e Sports Tourer, la nuova compatta Opel risulta una delle vetture più aerodinamiche del proprio segmento. La resistenza aerodinamica è molto importante per i consumi di carburante e l’efficienza aerodinamica è pertanto fondamentale per ridurre le emissioni di CO2.

Opel Calibra ha indossato la corona di regina dell’aerodinamica per quasi 30 anni. Con un coefficiente di resistenza aerodinamica di 0,26, la slanciata coupé mostrava apertamente tutta la sua capacità di penetrare il vento; il coefficiente di resistenza aerodinamica della nuova Astra è ugualmente basso ed è stato raggiunto ottimizzando elementi che a occhio nudo risultano meno evidenti. Il modello attuale, presentato in anteprima mondiale al Salone di Francoforte nel 2015 ed eletto Auto dell’Anno per l’Europa l’anno successivo, ha già un coefficiente di resistenza aerodinamica estremamente basso, ossia 0,29. Quando si è trattato di sviluppare nuova Astra, gli ingegneri di Rüsselsheim hanno rifiutato di riposare sugli allori. Si sono invece posti un nuovo obiettivo, estremamente ambizioso: ottenere caratteristiche aerodinamiche al vertice della classe per le versioni 5 porte e Sports Tourer di questa compatta di enorme successo.

Utilizzando la galleria del vento dell’Università di Stoccarda gestita dal Forschungsinstitut für Kraftfahrwesen und Fahrzeugmotoren (Istituto di Ricerca di Ingegneria Automobilistica e Motori), il team di sviluppo si è concentrato sull’ottimizzazione delle già eccellenti caratteristiche aerodinamiche dell’Astra attuale in vista del nuovo modello.

Un’automobile produce dal 40 al 50% della propria resistenza aerodinamica totale nella zona intorno al sottoscocca, alle ruote e ai passaruota. Gli ingegneri Opel hanno pertanto deciso di puntare la loro attenzione su queste zone e hanno formato una task force specifica interfunzione per sviluppare il nuovo shutter integrale attivo.

Lo shutter integrale attivo di nuova Astra riduce ulteriormente il consumo di carburante chiudendo la parte superiore e quella inferiore della griglia. Tenendo in considerazione elementi termici, elettrici e aerodinamici, strategie di controllo intelligenti per aprire e chiudere le parti superiori e inferiori della griglia (anche in modo indipendente) permettono di guidare in modo estremamente efficiente nelle situazioni più disparate della vita reale. Per esempio, una riduzione del 10% della resistenza aerodinamica produce una riduzione dei consumi di carburante pari a circa il 2% nel Nuovo Ciclo di Guida Europeo (NEDC), o fino al 5% quando si guida a 130 km/h.

La riduzione della resistenza aerodinamica raggiunta dallo shutter integrale attivo riduce le emissioni di CO2 di nuova Astra fino a 2,0 g/km.

Shutter integrale attivo: vantaggi termici e aerodinamici

Lo shutter integrale offre anche benefici termici ritardando il raffreddamento dopo lo spegnimento del motore o accelerando il riscaldamento del motore in caso di partenze a freddo, un fattore che in particolare in inverno produce vantaggi significativi per i consumi di carburante e il riscaldamento dell’abitacolo.

Nonostante l’apparente semplicità e logica della soluzione, lo shutter attivo integrale costituisce una sfida impegnativa per progettisti e ingegneri, i quali devono tener conto di numerosi fattori, tra cui l’estetica, l’architettura e la protezione dei pedoni, ma anche i rating assicurativi, le tipologie di motore e trasmissione e la loro gestione termica e, ovviamente, le necessità di raffreddamento.

Tra gli interventi per migliorare il flusso dell’aria nel sottoscocca spiccano la copertura sotto il motore e la trasmissione, i pannelli nella zona anteriore del pianale, lo scudo termico ampliato del serbatoio del carburante che funge anche da deflettore dell’aria, l’altezza da terra ridotta fino a 10 mm, in base alla versione, e i bracci dell’asse posteriore di forma aerodinamica.

In totale, l’ottimizzazione aerodinamica di nuova Astra consente di ridurre le emissioni di CO2 di 4,5 g al chilometro nel ciclo WLTP. In un contesto di crescente irrigidimento delle norme relative alle emissioni di CO2, si tratta di un risparmio di importanza enorme: a partire dal 2021, nell’Unione Europea le nuove vetture dovranno avere una media delle emissioni di CO2 pari a 95 grammi per chilometro1.

La stella del salone di Francoforte del 1989: anteprima mondiale per Opel Calibra, la specialista di aerodinamica

Nuova Astra viene presentata in anteprima mondiale al Salone di Francoforte esattamente trenta anni dopo Calibra. Dopo l’inizio della produzione, avvenuto nel 1990, la coupé due porte di Rüsselsheim regnò per dieci anni come auto di produzione più aerodinamica del mondo, con un coefficiente di resistenza aerodinamica pari a 0,26. Calibra doveva il suo dominio a un profilo allungato e ribassato e a una serie di soluzioni aerodinamiche, come l’altezza ottimale dello spoiler anteriore e la rastremazione del posteriore verso l’interno. Le minigonne tra le ruote anteriori e quelle posteriori riducevano ulteriormente la resistenza aerodinamica impedendo al flusso dell’aria al di sotto della vettura di fuoriuscire all’esterno.

Opel Calibra fu la coupé sportiva di maggior successo degli anni Novanta del secolo scorso, con una produzione di oltre 238.600 unità tra il 1989 e il 1997. Calibra era disponibile con cinque livelli di potenza, dal 2.0 litri da 85 kW (115 CV) al turbo da 150 kW (204 CV). Il vertice della carriera sportiva di Calibra fu la vittoria nel campionato internazionale turismo del 1996.

Commenti
    Tags:
    opelastraiaa2019francoforte 2019
    in evidenza
    Ufo, l'ammissione della US Navy Video veri, oggetti non identificati

    Cronache

    Ufo, l'ammissione della US Navy
    Video veri, oggetti non identificati

    i più visti
    in vetrina
    Eurogames: su Canale 5 tornano i Giochi senza frontiere. Ilary Blasi: "La tv anni '80-'90 era stupenda"

    Eurogames: su Canale 5 tornano i Giochi senza frontiere. Ilary Blasi: "La tv anni '80-'90 era stupenda"



    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Milano Monza Open-Air Motor Show, a giugno il salone dinamico e democratico

    Milano Monza Open-Air Motor Show, a giugno il salone dinamico e democratico


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.