A- A+
Auto e Motori
Un Rally di Germania davvero poco fortunato per il Team Citroen

Si è concluso il Rally di Germania e è per il team Citroen è stata pura sofferenza di alti e bassi insopportabili. Il Finlandia aveva decretato che la C3 WRC “c’è”. La Macchina è veloce e potente, e si guida bene, con una facilità sconosciuta alle versioni di sviluppo che l’hanno preceduta. Ostberg ne era entusiasta. Il Germania ha rimescolato un po’ le carte, introducendo variabili solo in parte attese e legate alla mancanza di esperienza specifica dei Piloti. Ostberg a corto di chilometri con la C3 WRC, e dunque dell’affiatamento necessario per gestire la “Belva” in condizioni così delicate, Breen a corto di esperienza di asfalto. Cammino difficile ma, in parte, previsto. Ostberg si è dedicato diligentemente a provare diverse soluzioni di assetto, soprattutto per ridurre l’effetto di un fastidioso sottosterzo, e Breen, dopo una prima tappa regolata da note di road book troppo “prudenti”, ha lanciato l’assalto agli asfalti tedeschi nella seconda. L’ottimo primo giro rilanciava le azioni del Team Citroen Total Abu Dhabi, al punto che l’irlandese recuperava la caratura da top 5… prima che un’uscita di strada imputabile ad un eccesso di fiducia, leggi: errore, non interrompeva la bella e proficua progressione. Ostberg e Breen concludevano la seconda Tappa nei dieci, ma lontani dalle aspettative.

Nel frattempo le C3 R5 di Lefebvre e Bonato alternavano prestazioni di assoluto rilievo a episodi meno gratificanti. Lefebvre saliva due volte al secondo posto, e tutte e due era ricacciato indietro da una foratura, Bonato, secondo a sua volta, si fermava per lo stesso motivo e per un problema conseguente.

Domenica, terza e ultima Tappa del Rally, tutto da rifare, questa volta con un obiettivo ridimensionato. Sugli ultimi 70 chilometri del Rally, suddivisi nelle due esecuzioni della Grafschaft e nell’unica Bosenberg-Power Stage, l’umore di un Rally sfortunato non cambia.

Ostberg “perde” il retrotreno in un curvone della prima Graftschaft e finisce nel campo. Potrebbe ripartire ma un guasto si aggiunge all’errore e la Corsa del norvegese finisce lì.

In un contesto che è vagamente grottesco, Craig Breen si incarica di mitigare gli effetti della malasorte rincorrendo un risultato onorevole. È quinto nella prima Grafschaft, terzo nella seconda e sale al settimo posto della generale. Soprattutto è soddisfatto del proprio upgrade e della C3 WRC. In mezzo al bombardamento degli eventi, che non colpisce solo la sua Squadra, sia chiaro, Pierre Budar può tirare un sospiro di sollievo.

Arriva il Power Stage. Breen si lancia all’assalto dell’ultima prova. Poi ricorda l’errore del finale di sabato che ha fortemente ridimensionato la sua bella Gara. Ricorda anche che l’errore ha costretto il Team di Meccanici dell’”Armata Rossa” a un nuovo record d’intervento. Alza il piede. Meglio finire evitando i “pericoli” e senza far arrabbiare nessuno. Il tempo è comunque buono. Vale il quarto del Power Stage e il settimo assoluto del Rally.

 
Tags:
rally di germaniateam citroen

in evidenza
Il fatto della settimana Tria e Di Maio visti dall'artista

Culture

Il fatto della settimana
Tria e Di Maio visti dall'artista

i più visti
in vetrina
Grande Fratello Vip 3: "Per Lory Del Santo porta aperta, sarà.." GF VIP 3 NEWS

Grande Fratello Vip 3: "Per Lory Del Santo porta aperta, sarà.." GF VIP 3 NEWS

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Scandola d’Amore si aggiudicano il 25° Rally Adriatico

Scandola d’Amore si aggiudicano il 25° Rally Adriatico

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.