A- A+
Musica
Al Teatro Manzoni di Milano un aperitivo speciale

di Raffaello Carabini

È nata come una rassegna di musica classica che veniva proposta a un orario e in un giorno fino allora del tutto desueti, le 11 di mattina della domenica. Poi è virata verso il jazz, nel periodo in cui il grande boom della musica afroamericana stava rientrando entro alvei più consoni e a Milano non c’era traccia di locali all’altezza. Alla fine ha aperto i suoi orizzonti alle contaminazioni di matrice etnica e sperimentale, per assurgere ai livelli di esperienza crossover di altissima caratura che ha oggi. Questa la genesi di “Aperitivo in Concerto”, che dall’8 prossimo inizia la sua 31esima proposta. “Come facciamo da anni, continuiamo a occuparci di diaspore”, dice ad Affaritaliani il direttore artistico Gianni Gualberto, “che, pur nascendo sempre da eventi tragici, portano con sé un coté positivo, poiché seminano conoscenza, incontri di culture. Quest’anno esploriamo la diaspora ebraica, un poco dimenticata, ma che ha disseminato il mondo di milioni di sfaccettature espressive, nate dal dialogo che ha attivato un po’ dovunque.” Ne sono esempi paradigmatici il gruppo del concerto di apertura Yemen Blues, guidato dal formidabile cantante israeliano di origini yemenite Ravid Kahalani, che mescola suoni ebraici e arabi, ritmi afro, jazz e caraibici, in un caleidoscopio coinvolgente, e i Klezmerson, che uniscono la musica tradizionale yiddish, il klezmer, con influssi gitani e soprattutto messicani (lo sapevate che Pancho Villa, così come Frida Kahlo, erano di origini ebraiche?), al Manzoni il 15 novembre in prima europea. Gli altri protagonisti di “Aperitivo in Concerto 2015/16” saranno il chitarrista Marc Ribot e il pianista Roger Kellaway, entrambi impegnati a rileggere alcuni decenni della storia musicale a stelle e strisce per la prima volta in Italia, rispettivamente il 22 novembre con gli Young Philadelphians e una sezione di archi il primo, il 29 in totale solitudine il secondo. Concerto di Natale domenica 13 dicembre per la cantante Catherine Russell, che ci riporterà nel clima della Swing Era anni Trenta. Musica latina a tutto campo per il pianista Arturo O’Farrill e il suo ottetto, il 17 gennaio. Sperimentazione jazz per il quintetto del pianista Muhal Richard Abrams, il 31 gennaio. Musica haitiana che si misura con jazz, elettronica, rock, hip hop per il violinista Daniel Bernard Roumain e la vocalist Emeline Michel, il 7 febbraio. Jazz di gran classe per l’eccellente pianista David Amram e il suo quintetto, il 28 febbraio. Chiusura con il botto il 20 marzo, con l’accoppiata piano-voce Fazil Say e Serenad Bagcan, che uniscono i suoni tradizionali turchi al jazz con una facondia espressiva del tutto fuori dal comune. Mentre una citazione a parte merita il progetto dedicato alla Glass House (la casa dalle grandi vetrate dove il diplomatico svizzero Carl Lutz salvò migliaia di ebrei dalla deportazione) dal trombettista Frank London, accompagnato da musicisti delle Americhe, ungheresi e israeliani, per un emozionante collage di suoni klezmer, di melodie degli zingari, di voli jazz. “La musica con la sua immaterialità”, continua Gualberto, “è uno dei modi più erotici – non nel senso dell’eros bensì in quello dell’emozione – per creare laboratori artistici nel mondo, capaci di portare cultura nuova e di superare le differenze.” Che in fondo non esistono proprio, perché, come conclude sorridendo Fedele Confalonieri, presidente di Mediaset proprietaria del Manzoni, “alla fin fine siamo tutti figli di...”

Tags:
musicajazz

in vetrina
Massimiliano Allegri e Ambra Angiolini si sposano: nozze a giugno 2019

Massimiliano Allegri e Ambra Angiolini si sposano: nozze a giugno 2019

i più visti
in evidenza
La moglie rompe il silenzio "Michael è un combattente e..."

Schumi, parla Corinna

La moglie rompe il silenzio
"Michael è un combattente e..."

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Moto Guzzi. L’Aquila torna… in pista con il Trofeo “Fast endurance”

Moto Guzzi. L’Aquila torna… in pista con il Trofeo “Fast endurance”

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.