Milano, 13 ott. (AdnKronos) - La ricerca scientifica passa al digitale. È di 280.000 euro il finanziamento di Gilead Sciences al bando Digital Health Program, riservato a enti di ricerca e ad Associazioni pazienti italiane per la realizzazione di servizi e strumenti che, attraverso le tecnologie digitali, possano migliorare qualità di vita e assistenza terapeutica del paziente con HIV, Epatiti virali, Infezioni Fungine Invasive e Patologie Oncoematologiche.“Come l’anno scorso, abbiamo voluto premiare progetti per lo sviluppo o l'impiego di strumenti tecnologicamente avanzati in infettivologia e oncoematologia che avessero un solido razionale scientifico”, - spiega Massimo Andreoni, membro della commissione giudicatrice del bando e professore ordinario di Malattie Infettive della facoltà di Medicina e Chirurgia dell'Università degli Studi di Roma 'Tor Vergata'. I progetti hanno tutti lo stesso obiettivo: attraverso nuovi strumenti come app, chat bot, profili social, programmi di machine learning la tecnologia digitale può aiutare i pazienti a vivere meglio, i medici a stare accanto ai loro assistiti, i ricercatori a trovare prima soluzioni per migliorare l’assistenza terapeutica delle persone affette da patologie croniche.“Il merito del Digital Health Program di Gilead è certamente quello di focalizzare l’attenzione sull’applicazione del digitale alla salute - continua Andreoni - stuzzicando così l’ingegno di chiunque abbia un interesse in questo senso, sia esso medico, ricercatore o paziente. Ma non va dimenticata anche la fondatezza scientifica di ciò che si vuole realizzare. Un elemento che abbiamo attentamente considerato insieme a originalità e fattibilità nella selezione dei vincitori”.I 7 vincitori di quest’anno – scelti da una commissione indipendente - si aggiungono ai premiati del 2016, con un finanziamento nel biennio pari a oltre mezzo milione di euro, più della metà erogato ai vincitori di quest’anno.Nell'edizione 2017 particolare attenzione è stata data alla misurazione d'efficacia, richiesta come parte integrante del progetto presentato ed elemento di valutazione da parte della commissione giudicatrice. “La disponibilità delle tecnologie non rende immediata la loro applicazione in ambito medico-sanitario, né significa che siano davvero utili e efficaci in tale ambito – dice Eugenio Santoro, membro della commissione giudicatrice del Bando - Per questo il Bando richiede che i risultati possano essere misurabili e misurati”.

in evidenza
Il fatto della settimana I piccoli calciatori visti dall'artista

Culture

Il fatto della settimana
I piccoli calciatori visti dall'artista

in vetrina
Diletta Leotta lascia Sky Sport e passa a Dazn. Ecco cosa farà

Diletta Leotta lascia Sky Sport e passa a Dazn. Ecco cosa farà

motori
Peugeot presenta la limited edition della 208 Black Line

Peugeot presenta la limited edition della 208 Black Line

i più visti
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Diciotti, "prezioso carico" di deportati. Così Saviano ringrazia il Colle
di Diego Fusaro
"Bene Trump, Salvini e Di Maio. Renzi? Agghiacciante". Il video
di Angelo Maria Perrino
Mattarella? Un notaio siciliano. Salvini anti-democristiano

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

I sondaggi di AI

Ha fatto bene il presidente Mattarella a far sbarcare i migranti della Diciotti smentendo clamorosamente il ministro dell’Interno Salvini?


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.