Venezia, 7 dic. (AdnKronos) - “Preoccupazione? Sì, anche perché sono convinto che molti dei crediti incagliati e anche molte sofferenze della ex Popolare di Vicenza come di Veneto Banca possano essere recuperati, salvaguardando così sia il tessuto economico veneto, sia Intesa San Paolo e Sga chiamata a gestire le sofferenze quando il governo, seppure con ritardo, adotterà il decreto attuativo a riguardo”. Roberto Ciambetti, presidente del Consiglio Regionale del Veneto invita quindi “alla prudenza, mentre confido nell’intelligenza di chi è chiamato a valutare gli incagli e decidere quali posizioni salvare e quali, invece, respingere. La migrazione dei conti a Intesa San Paolo approvata in questo lungo fine settimana non si trasformi in una macelleria sociale con ricadute drammatiche nel tessuto socio-economico veneto”, ribadisce il presidente del Consiglio regionale. “I numeri in gioco devono far riflettere: circa 100 mila posizioni, oltre 19 miliardi di euro tra sofferenze, tecnicamente Npl, per circa 50 mila posizioni e 9 miliardi di inadempienze, incagli e posizioni scadute, relativi a 45 mila conti, circa 25 mila relativi ad aziende e 20 mila tra famiglie, singoli e ditte individuali. Se dopo la migrazione dei conti correnti di questo fine settimana, Intesa San Paolo decide una linea dura, metterà a rischio il tessuto socio-economico e ciò è inammissibile per una banca che ha acquisito oltre a pozioni difficoltose anche tanti conti correnti sani e tanti rapporti positivi con cittadini e imprese", spiega. "Non si può pensare solo a mangiare la polpa: bisogna anche capire che uno dei nodi dell’economia veneta è la sottocapitalizzazione e che gran parte di quelle imprese e famiglie che oggi compaiono nella lista degli Utp, Unlikely to pay, cioè inadempienze altamente probabili, in realtà se sostenute, affiancate, potranno far fronte agli impegni sottoscritti. Il grande capitale di questa terra è dato dallo spirito di sacrificio, dal lavoro e dall’onestà. Il mercato, le commesse, l’export, dimostrano che questo tessuto oggi in difficoltà può rivelarsi un buon pagatore", sottolinea.

in evidenza
Monte-Salemi, liti e tensioni Francesco attacca Giulia

Grande Fratello Vip News

Monte-Salemi, liti e tensioni
Francesco attacca Giulia

in vetrina
FABRIZIO CORONA: "CHIEDO PERDONO A SILVIA PROVVEDI. L'HO FATTA SOFFRIRE"

FABRIZIO CORONA: "CHIEDO PERDONO A SILVIA PROVVEDI. L'HO FATTA SOFFRIRE"

motori
Peugeot, debutta la serie speciale 308: Tech Edition

Peugeot, debutta la serie speciale 308: Tech Edition

i più visti
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Def/ I mercati approvano, i giornaloni rosicano.E sperano in Moscovici-Juncker
di Angelo Maria Perrino
UE, il pressing di Repubblica e il mito dei reclusi nella caverna
di Diego Fusaro
Luce e gas, in Italia le bollette tra le più care d'Europa
di Elena Vertignano

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

I sondaggi di AI

Qual è il tuo giudizio sulla Commissione europea guidata da Juncker?


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.