Roma, 13 set. (AdnKronos) - "La Lega ha posto da subito l'attenzione sulla proposta da parte della borsa di Hong Kong nei confronti del London Stock Exchange (di cui Borsa Italiana fa parte). Finalmente oggi, dopo che le agenzie stampa avevano battuto la notizia del rifiuto da parte del board londinese, anche il ministro Gualtieri ha riconosciuto che Borsa Italiana è un asset strategico del Paese. Meglio tardi che mai! Ci sentiamo tutti più tranquilli ora che il neo ministro sta seguendo il tema. Ma sorge una domanda: come mai lo stesso è intervenuto solo oggi?". Così il deputato Giulio Centemero, capogruppo della Lega in Commissione Finanze di Montecitorio."Per fortuna questa volta è stata Londra a tutelare i nostri asset strategici. Il Premier Conte, visti gli ottimi rapporti con alcune cancellerie internazionali, potrebbe chiedere una mano alla Regina d’Inghilterra...", conclude l'esponente della Lega.

in evidenza
"Vita in Diretta, misura colma" L'Ad Salini sul piede di guerra

MediaTech

"Vita in Diretta, misura colma"
L'Ad Salini sul piede di guerra

in vetrina
Fabrizio Corona, le prime immagini dal carcere. FOTO

Fabrizio Corona, le prime immagini dal carcere. FOTO

motori
Opel Corsa-e: l’elettrica che si carica in modo veloce e semplice

Opel Corsa-e: l’elettrica che si carica in modo veloce e semplice

i più visti
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Timelesness. Old masters and contemporary art. Firenze Borgo SS Apostoli
di Paolo Brambilla - Trendiest
Laura Boldrini conferma: le sinistra fucsia vogliono la dittatura dei mercati
di Diego Fusaro
Rai, Carlo Freccero non se ne vuole andare. Ma il Pd insiste
di Klaus Davi

I sondaggi di AI

Matteo Renzi lascia il Pd, ha fatto bene l'ex premier?


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.