(AdnKronos) - Per Confapi "il Jobs Act ha tentato di avviare un primo processo di riforma dei centri per l’impiego che non ha dato risultati degni di nota. Vi è stato anche un trasferimento di competenze dalle province alle regioni in materia di centri per l’impiego, che avrebbe dovuto accompagnare un più ampio processo di semplificazione amministrativa. Peraltro, in molte regioni non si è nemmeno completamente compiuto questo percorso e persistono ancora centri provinciali. Si tratta di elementi che mostrano una preoccupante difformità di governance, di organizzazione tra realtà che dovrebbero avere standard e regole comuni. Non vogliamo che il potenziamento dei centri per l’impiego passi attraverso un inserimento senza criterio di nuove figure da occupare che non rispondono alle skills professionali necessarie".Confapi, ha sottolineato Elifani, "è certamente favorevole ad un potenziamento ‘ragionato’ della rete dei centri dell’impiego sostenuto da un ridisegno generale della governance che preveda anche la partecipazione delle imprese sui territori. Per fare il vero salto di qualità, va quindi riformato e attualizzato l’assetto organizzativo. Più in particolare - ha rilevato -, è necessario anzitutto prevedere un aggiornamento e una riqualificazione professionale di chi già lavora in questi contesti. È necessario ricostruire l’autorevolezza dei centri per l’impiego e un rapporto di reciproca fiducia tra l’ambito pubblico e le imprese che ad oggi, proprio per queste ragioni, non si rivolgono ai centri per l’impiego anche laddove hanno bisogno di personale. Bisogna inoltre raccordare l’offerta formativa con le esigenze del mondo del lavoro e del territorio". Le Associazioni di categoria, ha concluso, "potrebbero essere degli interlocutori privilegiati per creare delle cabine di regia a livello territoriale, con la previsione di focus trimestrali, che possano far emergere le asimmetrie informative e orientare in maniera proficua l’incontro tra mondo del lavoro e mondo dell’impresa. Le associazioni datoriali sicuramente possono in questo contesto divenire partner a tutti gli effetti dei centri per l’impiego".

in evidenza
Trapianti, si riapre il dibattito Ecco "La rampicante" di Grittani

Novità editoriali

Trapianti, si riapre il dibattito
Ecco "La rampicante" di Grittani

in vetrina
Melania Trump, cappotto geometrico Dior. Polemica sulle "spese pazze". FOTO

Melania Trump, cappotto geometrico Dior. Polemica sulle "spese pazze". FOTO

motori
Citroen Berlingo vent'anni di successi

Citroen Berlingo vent'anni di successi

i più visti
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Manovra, l'Ue: "Violate le regole sul debito". Ecco il discorso dell'usuraio
Giuseppe Prinetti espone a Milano, via Santa Marta 8a. Presto fissata la data
di Paolo Brambilla - Trendiest
La presenza scenica: come può cambiare l’approccio al canto
di Giancarlo Genise

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

I sondaggi di AI

La manovra farà crescere il Pil dell'1,5% nel 2019 come indicato dal governo M5S-Lega?


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.