Fondatore e direttore
Angelo Maria Perrino

LOMBARDIA: DE CORATO (FDI), REFERENDUM AUTONOMIA RISPOSTA AI TAGLI DI ROMA

21 aprile 2017- 18:13
Milano, 21 apr. (AdnKronos) - "Il Referendum della Lombardia è la naturale risposta alla completa sordità di Roma che a fronte delle continue richieste di maggior autonomia economica della Lombardia, scritte anche nel programma che vide vincere il presidente Roberto Maroni, ha continuato a tagliare riversando sulla regione anche le problematiche legate alle Province". Lo dichiara Riccardo De Corato, ex vicesindaco e capogruppo di Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale in Regione Lombardia, commentando la notizia della data del referendum in Lombardia."I numeri - spiega De Corato - a volte parlano più dei proclami: la Lombardia registra un residuo fiscale annuo positivo pari a 53,9 miliardi di euro, che in valore procapite è pari a 5.511 euro, gli ultimi anni hanno segnato nel bilancio di regione la cifra di – 6 miliardi arrivati da Roma". Quello che "vorremmo è avere autonomia al pari delle regioni a Statuto speciale, consci che la Lombardia potrebbe essere un volano positivo per l'intero paese". A Verona, ricorda De Corato, "come Alleanza Nazionale portammo avanti la tesi di maggior autonomia per le regioni che avevano dei bilanci positivi quindi quello di oggi è un referendum che ripercorre la vecchia strada intrapresa nel 1998". E "ora che la data è stata fissata, bisogna condurre una campagna referendaria nell'ottica della pacatezza e non dei proclami urlati e spiegare le ragioni del voto". Le "reazioni scomposte e confuse da parte del centro sinistra arrivano tardi, non si ricordano che a dicembre volevano con il referendum cancellare le regioni e ora chiedono di mediare con il governo".