Palermo, 13 ott. (AdnKronos) - Il piglio da sceriffo americano di Giorgio Boris Giuliano; il senso dello Stato del prefetto Carlo Alberto Dalla Chiesa; la tenerezza di Graziella Campagna, giustiziata dalla mafia a 17 anni perché aveva visto troppo; il religioso sacrificio di Rosario Livatino, il “giudice ragazzino”; l’intuizione geniale del pool antimafia, che rivive nel “bunkerino della memoria”, e l’orrore delle stragi che uccisero Chinnici, Falcone e Borsellino. E, ancora, la curiosità del giornalista “impiccione” Beppe Alfano; il mistero inquietante del giovane chirurgo Attilio Manca; la magia di “Gigliopoli - La città dei bimbi spensierati”.Queste e altre storie nel nuovo libro di Eleonora Iannelli, 'Meglio il lupo che il mafioso 2', edito da Navarra, 120 pagine, per piccoli lettori dagli 8 anni in su, in distribuzione in tutte le librerie. Un instant-book, come il primo, scritto quasi in tempo reale tra i banchi di scuola, al termine della seconda edizione dell’omonimo progetto di legalità, ideato e curato dalla giornalista siciliana, e promosso dalla Fondazione “Rocco Chinnici”. Il libro è arricchito con disegni, vignette e pensieri degli alunni di otto plessi scolastici dell’Istituto comprensivo “Villa Lina-Ritiro” di Messina, ad alto rischio di dispersione, indicato da don Luigi Ciotti di “Libera” come modello per le buone prassi di legalità.“Il Lupetto – dice Iannelli – è diventato un simbolo di legalità e di impegno civile, altro che balena blu. Ha tanti amici e inviti nelle scuole. Il segreto? No alla retorica, spazio al candore e alla spontaneità dei bambini, parole semplici ma senza nascondere la verità, lezioni interattive, con audiovisivi e testimonianze dirette, utilizzando soprattutto la tecnica del brainstorming, una specie di intervista collettiva. E spirito di volontariato: il progetto è stato realizzato senza un euro di finanziamento. La mafia e la cultura mafiosa, come il malaffare e il bullismo, si possono prevenire con le buone letture, le testimonianze, gli esempi concreti dei servitori dello Stato e la memoria dei familiari delle vittime. Gli insegnanti, gli educatori, i giornalisti e gli scrittori sono chiamati a svolgere un ruolo importantissimo”.

in evidenza
Il fatto della settimana I piccoli calciatori visti dall'artista

Culture

Il fatto della settimana
I piccoli calciatori visti dall'artista

in vetrina
Diletta Leotta lascia Sky Sport e passa a Dazn. Ecco cosa farà

Diletta Leotta lascia Sky Sport e passa a Dazn. Ecco cosa farà

motori
Peugeot presenta la limited edition della 208 Black Line

Peugeot presenta la limited edition della 208 Black Line

i più visti
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Diciotti, "prezioso carico" di deportati. Così Saviano ringrazia il Colle
di Diego Fusaro
"Bene Trump, Salvini e Di Maio. Renzi? Agghiacciante". Il video
di Angelo Maria Perrino
Mattarella? Un notaio siciliano. Salvini anti-democristiano

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

I sondaggi di AI

Ha fatto bene il presidente Mattarella a far sbarcare i migranti della Diciotti smentendo clamorosamente il ministro dell’Interno Salvini?


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.