Fondatore e direttore
Angelo Maria Perrino

MIGRANTI: A MILANO DECINE DI MIGLIAIA DI PERSONE IN MARCIA PER L'ACCOGLIENZA (2)

20 maggio 2017- 19:43
(AdnKronos) - Durante la manifestazione il sindaco di Milano Sala è stato oggetto di una breve contestazione da parte di una decina di persone dei centri sociali, che hanno urlato 'Vergogna' e hanno esposto lo striscione 'Pd la destra peggiore'. A proteggere il sindaco il servizio d'ordine del Pd e un cordone di migranti del centro di via Corelli. "Meglio le contestazioni che annullare la manifestazione, come qualcuno ha chiesto", ha detto Sala. A chiedere l'annullamento della marcia, ieri dopo l'accoltellamento in Stazione Centrale in cui sono rimasti feriti due militari e un agente di polizia, erano stati Roberto Maroni e Matteo Slavini. "C'è tantissima gente, come si fa a pretendere che tutti la vedano allo stesso modo? Sono contento, vivo in una grande città con tante contraddizioni. Io però sono qui per testimoniare da sindaco di Milano e da cittadino il senso di questa mia presenza", ha aggiunto.Dal palco in piazza del Cannone il presidente del Senato Grasso ha detto che "integrare gli stranieri che hanno diritto a vivere nel nostro Paese non è un regalo, non è una manifestazione di generosità, serve a rendere il Paese più forte. Chi è escluso dalla vita comune, chi non esercita i diritti di cittadinanza, chi è rinchiuso nelle periferie esistenziali delle nostre città è più debole, e quindi più vulnerabile al radicalismo ideologico e all'illegalità".Ed Emma Bonino ha sottolineato che "Milano oggi esprime il futuro del Paese. Più integrazione e più legalità danno più sicurezza", ha continuato l'esponente dei radicali, che ha chiesto il superamento della legge Bossi-Fini. Inoltre "dobbiamo imparare a rimanere umani. Di queste persone ne abbiamo bisogno, lavorano nelle nostre case, nei nostri campi, nelle nostre imprese e vanno a scuola con nostri bambini".