Roma, 14 mar. (AdnKronos) - "Il Mezzogiorno può disporre di cospicue risorse destinate all’efficientamento energetico delle aziende e delle infrastrutture pubbliche ma, mentre i privati hanno imparato da tempo a intercettare questi fondi rivolgendosi a società specializzate che le assistono nelle pratiche e nei progetti, la Pa rischia di veder sfumare milioni di euro a causa delle lungaggini burocratiche e della mancanza di competenze progettuali interne". L'avvertimento arriva da Gianpiero Cascone, ad della esco Samso Spa.In ballo ci sono, su base nazionale, 850 milioni di euro di stanziamenti dei fondi strutturali europei per progetti di efficienza energetica non ancora assegnati e in scadenza nel 2018. Al Sud, tra avvisi in scadenza e spese ancora da dichiarare alla Ue, la situazione - avverte la esco - è particolarmente marcata: solo in Campania ci sarebbero 120 mln di euro che rischiano di essere sprecati.Questo a fronte di oltre 13mila edifici della Pubblica Amministrazione italiana che consumano, secondo Enea, 4,3 TWh di energia per una spesa di oltre 600 mln. Mettendo in efficienza le infrastrutture e gli impianti di riscaldamento e d’illuminazione si potrebbero abbattere i consumi del 40% con risparmi annui fino a 70 mln di euro. Samso Spa è impegnata in un roadshow sul territorio nazionale per sensibilizzare gli amministratori pubblici riguardo alla necessità di attivare tempestivamente l’iter necessario ad accedere ai finanziamenti. Il prossimo incontro si terrà lunedì 19 marzo alle 14.30 all’Hotel Holiday Inn di Cava de Tirreni (Salerno). La situazione coinvolge molte Regioni del Sud che sono chiamate a dichiarare le spese entro il 31 dicembre 2018, pena la perdita delle risorse stanziate da Bruxelles per il triennio 2018-2020 nell’ambito del Fondo Sociale (Fs) e del Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale (Fesr). Le risorse da assegnare complessivamente (non solo relative all’efficienza energetica) ammontano a 588 mln per la Sicilia, 456 per la Campania, 436 per la Puglia, 149 per la Calabria, 73 per la Basilicata, 72 per la Sardegna e 10 per il Molise. Ci sono poi le Città Metropolitane italiane cui rimangono 82,8 mln da spendere.

in evidenza
Alla lavagna con Luxuria rinviata Arcigay: "Rai 3 dia spiegazioni"

Spettacoli

Alla lavagna con Luxuria rinviata
Arcigay: "Rai 3 dia spiegazioni"

in vetrina
Barbara D'Urso regina della tv. Chi è la donna che ha stregato gli italiani

Barbara D'Urso regina della tv. Chi è la donna che ha stregato gli italiani

motori
Audi e-tron: debutta il primo SUV 100% elettrico

Audi e-tron: debutta il primo SUV 100% elettrico

i più visti
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Vigliacco il burosauro di Bruxelles. Vigliacco Macron che devasta l’Europa
di Maurizio de Caro
Macron ora dovrà tagliare le tasse violando i vincoli Ue. Altro che Conte...
di Angelo Maria Perrino
Macron e cosmomercatisti, tremate! E' iniziata la rivolta dei popoli Ue
di Diego Fusaro

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

I sondaggi di AI

Il ministro Bussetti annuncia meno compiti per le vacanze di Natale. Sei d'accordo?


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.