Roma, 9 nov. - (AdnKronos) - "Raffaele Marra non aveva nessuna delega, era formalmente il vice capo di gabinetto ma era il consigliere privilegiato del sindaco". Lo ha detto l'ex capo di gabinetto del Campidoglio Carla Romana Raineri, ascoltata in aula al processo alla sindaca di Roma, Virginia Raggi, imputata per falso documentale in merito alla nomina di Renato Marra (fratello di Raffaele) alla direzione del dipartimento Turismo del Comune di Roma. Marra e Salvatore Romeo, il primo vice capo di gabinetto, il secondo capo della segreteria politica nell'agosto del 2016, "si comportavano in maniera autoreferenziale e arrogante, Marra almeno manteneva sempre un bon ton istituzionale, mentre Romeo era arrogante e maleducato". "Stavano in tre in una stanza a porte chiuse e facevano riunioni inaccessibili a tutti se non all'allora vice sindaco Daniele Frongia - ha aggiunto - Marra aveva un fortissimo ascendente sulla sindaca". "Erano stati coniati vari epiteti per Marra, eminenza grigia, Richelieu, per sottolineare la debolezza della sindaca come quella della zarina ai tempi di Rasputin. Chiunque si fosse messo di traverso rispetto alle loro ambizioni faceva una brutta fine - ha sottolineato Raineri - Penso a me, quando dissi che intendevo sostituire Marra con un generale dei Carabinieri nel ruolo di vice capo di gabinetto da lì a poco la sindaca si fece venire dubbi sulla mia nomina"."Trovai un gabinetto in cui le funzioni erano state di fatto espropriate e affidate a Raffaele Marra e Salvatore Romeo", ha aggiunto l'ex capo di gabinetto del Campidoglio, sostenendo che "Romeo aveva deleghe singolari ed eccentriche" e che "nel gabinetto che io dovevo dirigere non arrivavano notizie". "Ho cercato disperatamente di sollecitare la sindaca su temi critici, come i rifiuti e il riordino delle partecipate e sempre mi dicevano 'ne parli con Marra', con un sovvertimento delle gerarchie, perché lui era mio vice", ha continuato Raineri."In Campidoglio non avevo neanche una stanza - ha lamentato inoltre Raineri - la mia stanza era occupata da Romeo che con Marra, mio vice, occupavano tutto il primo piano di palazzo Senatorio". "Il giorno del terremoto ci fu una riunione ad hoc a cui io non fui convocata - ha continuato l'ex capo di gabinetto - La sindaca Raggi invece mi chiamò per chiedermi di istruire una pratica di autorizzazione per l'assessore alla cultura Luca Bergamo per andare al festival del cinema a Venezia. Lo stesso prefetto Basilone - ha aggiunto Raineri - mi chiamò una volta per lamentarsi della gestione del Campidoglio".

in evidenza
Corona pensa alla politica "Varrei cento volte Salvini..."

Milano

Corona pensa alla politica
"Varrei cento volte Salvini..."

in vetrina
Isola dei Famosi 2019 NAUFRAGHI: COLPO DI SCENA! Isola dei Famosi 2019 news

Isola dei Famosi 2019 NAUFRAGHI: COLPO DI SCENA! Isola dei Famosi 2019 news

motori
Fiat presenta le nuove 500X e 500L S-Design

Fiat presenta le nuove 500X e 500L S-Design

i più visti
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Migranti, caporalato a Cremona: l'ennesima vittoria del capitalismo
di Diego Fusaro
Lino Banfi all’Unesco, ma manca l’ironia di studiosi come Umberto Eco
di Ernesto Vergani
I Cinquestelle mostrano la loro diversità e puntano su democrazia diretta e salario minimo orario
di Angelo Maria Perrino

I sondaggi di AI

Che cosa pensi della candidatura di Silvio Berlusconi alle elezioni europee?


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.