A- A+
Politica
Andrea Marcucci, senatore Pd, scrive una lettera di scuse alla Francia

La vicenda ha dell’incredibile.

Il capogruppo dei senatori Pd al Senato, Andrea Marcucci (industriale farmaceutico) scrive una lunga lettera all’ambasciatore francese Christian Masset appena richiamato a Parigi “per consultazioni” dal povero Macron che non sa più che pesci pigliare tra contestazione nazionale e quella internazionale.

Una vera e propria lettera di sottomissione e di scuse per il comportamento dell’Italia sulle recenti vicende francesi.

Questo l’incipit:

 

Gentile Ambasciatore,
Le scrivo per rappresentarLe, per conto delle senatrici e dei senatori del Gruppo del Partito Democratico in Senato, la nostra vicinanza ed il nostro disappunto per i continui attacchi pretestuosi perpetuati da Ministri del governo italiano a danno del Suo Paese.
Nel rinnovarLe i nostri storici sentimenti di amicizia e di stima nei confronti delle Istituzioni del Suo Paese e del popolo francese, non posso esimermi dal rappresentarLe la nostra profonda indignazione per i recenti incontri, che hanno visto protagonista il Vice premier Luigi Di Maio ed alcuni dei responsabili delle violenze e degli scontri che hanno infuocato le città francesi nelle ultime settimane, nonché causato il ferimento di decine di agenti di pubblica sicurezza. Si tratta di una ingerenza francamente inqualificabile. 

 

Al di della irritualità formale di una missiva di un senatore che scrive su carta intestata del Senato della Repubblica ad un ambasciatore straniero, c’è poi il contenuto in cui si cerca di fare sponda con l’alto esponente della diplomazia francese.

Se i toni della vicenda non fossero terribilmente seri verrebbe quasi da pensare ad una lettera scritta da qualche personaggio di Paolo Villaggio ad un suo superiore. Si noti ad esempio il vezzo di rendere le desinenze con la maiuscola, come nel caso di “rappresentarLe”.

Forse Marcucci dimentica che i parlamentari della Repubblica italiana rappresentano l’interezza della comunità e non solo una parte, ammesso che questa parte concordi con la decisione di sottomettersi al governo francese.

 

L’intera lettera si può trovare qui:

https://www.facebook.com/AndreaMarcucciPD/?epa=SEARCH_BOX

 

Sui social la reazione è stata immediata ed ha oscillato tra la rabbia e il sarcasmo.

Scrive ad esempio Simone N, ricordando anche quanto ha fatto e detto la Francia nei nostri confronti:

 

«Gli anti italiani si vedono sempre e vengono a galla. Quando la gendarmeria francese sconfinava in Italia, Macron chiudeva le frontiere, quando definiva vomito le nostre istituzioni dove eravate? Dovete scomparire politicamente, siete il peggio al peggio politico».

 

 

Commenti
    Tags:
    andrea marcuccipdfranciagilet gialli
    in evidenza
    Rifiutati 100.000 euro a partita? De Rossi lasci in serenità la pelota

    Sport

    Rifiutati 100.000 euro a partita?
    De Rossi lasci in serenità la pelota

    i più visti
    in vetrina
    Grande Fratello 2019, 3 concorrenti hanno fatto i bagagli. GF 2019 NEWS

    Grande Fratello 2019, 3 concorrenti hanno fatto i bagagli. GF 2019 NEWS


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Fiat 500, arrivano le nuove versioni Star e Rockstar

    Fiat 500, arrivano le nuove versioni Star e Rockstar


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.