Bianconi: "Da Berlusconi buonuscita purché lasciassero Forza Italia" - Affaritaliani.it
A- A+
Politica
Bianconi: "Da Berlusconi buonuscita purché lasciassero Forza Italia"


Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)


L'INTERVISTA


Onorevole Bianconi, ci dica la verità: Verdini e Berlusconi sono d'accordo o hanno rotto davvero?
"E' tanto semplice. C'è una logica".

Qual è?
"Non è una cosa che è accaduta per combinazione. E' tutto così elementare".

Ci dica...
"Se uno invece di fare lo spettatore del gioco di prestigio avesse la pazienza, il coraggio e la possibilità di mettersi dietro il mago, il gioco delle tre carte lo scoprirebbe molto facilmente. Con questa mossa vanno a posto un sacco di cose".

Quindi Berlusconi ha favorito l'uscita di Verdini da Forza Italia?
"Berlusconi ha favorito e vuole l'uscita di Verdini".

Così puntella la maggioranza di Renzi...
"Questo segmento di vita del partito non è altro che la ripetizione di quello che è avvenuto sempre".

Cioè?
"Tutti quelli che sono andati via li ha praticamente mandati via, meno uno".

Chi?
"Fini, che se ne è andato proprio lui e non è stato mandato via. Mentre tutti gli altri Berlusconi li ha mandati via di proposito. A qualcuno addirittura ha dato la buonuscita purché se ne andasse".

A chi scusi ha dato la buonuscita?
"Ehhh vabbé, scopritelo".

Una buonuscita cospicua?
"Una buonuscita per un pezzo di partito che se andava".

Per caso si riferisce ad Alfano?
"Non mi riferisco a niente. Non insista, grazie".

Ok. Allora il Patto del Nazareno è ancora vivo?
"Non è mai morto. Berlusconi non è un uomo con tanta fantasia... Come tutti i tombeur de femmes... Lei è un tombeur de femmes?".

Una volta, forse. Poco, poco. Ora sono sposato...
"Bene. Una volta. Quando si andava ad abbordare non è che si aveva tanta fantasia, il clichè era quello che avevamo costato essere il più redditizio: tre volte andava, due no, dieci no, una sì. Ma era quello... 'che bei occhi che hai', ognuno aveva il suo sistema. Però era sempre quello. Berlusconi è un tombeur de femmes che applica lo stesso principio nei rapporti umani. Il clichè è sempre il medesimo, non cambia mai. Lui ha bisogno di mandarli via da Forza Italia".

Ma Berlusconi teme le elezioni? Teme la crisi di governo?
"Berlusconi sa che non si va a votare. Non vuole andare a votare e vuole come il 99% del contesto italiano tener lì a sfinimento Renzi fino al 2018".

Ma ha paura di Salvini?
"Non gliene frega niente. Berlusconi non si pone più come alternativa alla sinistra, come obiettivamente non è più. Ora si è buttato su Salvini per salvare il salvabile perché altrimenti il partito gli si azzerava. Esattamente come con Monti".

Cioè?
"Fece uguale. Finché il partito gli reggeva faceva da coglione e l'aiutava, quando vide che il partito era al 12%, ed era entrato nel governo Monti con il 28%, si impaurì e incominciò a fare il matto contro Monti. Esattamente la stessa cosa è accaduta ora".

Si spieghi...
"Ha aiutato Renzi fin quando ha visto che il partito gli è andato al 9%, dal 17 al 9%. Si è impaurito e si è buttato a fare il leghista. Ma nella realtà il patto vero lui ce l'ha con Renzi. Che poi sia un po' incazzato perché gli avevano promesso Amato (al Quirinale, ndr) e non è andata così, è tutto vero. Che sia un po' incazzato con Verdini perché lo fa litigare con quelle donne e perché tante volte gli ha detto cose che non rispondevano alla verità, come il numero dei transfughi ai tempi di Fini o che su Amato era già fatta o anche sul Lodo Alfano, è tutto vero. Che si sia un po' scocciato di Verdini è vero. Però ne riconosce la grande capacità, è stato il suo direttore sportivo perfetto".

Non è che Berlusconi curi soprattutto gli interessi dei suoi figli e di Mediaset e Fininvest?
"La dico in un'altra maniera. Fin quando Berlusconi aveva una forza politica interna al partito riusciva a bilanciare gli interessi Mediaset con quelli della politica. Nel momento nel quale il partito è in mano alla Bergamini, alla Pascale e alla Rossi, a Tajani e a To, Tot...come si chiama?".

Toti...
"Ah, Toti. Ho fatto una gaffe, non le ricordavo proprio. Beh, finché il partito è in mano a queste persone la parte Mediaset, Confalonieri eccetera, è la parte robusta. Quindi l'interesse aziendale ha nettamente il sopravvento sulla parte politica. Per cui Berlusconi adesso, al di là di quello che dice, ripiega sull'idea di fare un partitino che gli garantisca 20-25 deputati per dire di essere parte in commedia e che un domani risorgerà. D'altro canto il Movimento Sociale ha tenuto 50 anni il 5% dicendo che domani risorgerà il Fascismo".

Non è che in casa Berlusconi comanda Francesca Pascale?
"Non lo so perché non la conosco e non so quali siano i loro rapporti. Ma tra le tre donne è sicuramente la più abile politicamente".

Più abile della Bergamini e della Rossi?
"La Bergamini è una bravissima figliola, esecutrice perfetta, massmediologica nata. Ma non ha l'acume politico, basta vedere come l'hanno fregata Verdini e Matteoli in Toscana".
 

Tags:
maurizio bianconiberlusconiverdiniforza italiapascale

in vetrina
Elisabetta Gregoraci, estate top. Quanti bikini mozzafiato. VIP AL MARE: FOTO

Elisabetta Gregoraci, estate top. Quanti bikini mozzafiato. VIP AL MARE: FOTO

i più visti
in evidenza
Da Fedez al "fantasma dell'opera" I mariti delle donne più influenti

Costume

Da Fedez al "fantasma dell'opera"
I mariti delle donne più influenti

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
PEUGEOT Design Lab presenta la collezione Lifestyle 504 LEGEND

PEUGEOT Design Lab presenta la collezione Lifestyle 504 LEGEND

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.