A- A+
Politica
Bossi e Berlusconi uniti contro Salvini. Colpito dal 'fuoco amico'

È sempre più evidente il disegno dei due padri della politica del passato ventennio, Umberto Bossi e Silvio Berlusconi, di trovare tutti i modi possibili per azzoppare Matteo Salvini, uno dei pochi leader in grado di portare voti ad un centro destra acefalo da troppo tempo. Le posizioni radicali, chiare e non più solo lombardocentriche del giovane leghista potrebbero piacere ai tanti indecisi del centrodestra.

GLI SGAMBETTI E LE TRAPPOLE PER SALVINI


Uno dei primi sgambetti è arrivato in occasione della recente e complicata visita a Napoli di Salvini.

Il vetusto padre leghista, invece di prendere le parti dell'attuale capo del suo partito, ha sparato a zero ( in una delle rare interviste che ancora gli fanno) sul suo legittimo erede : 'sono io che tengo la bandiera, se andiamo avanti così la Lega non si salverà , al Sud Matteo crea solo caos'.
Probabilmente non si rende conto di rappresentare politicamente il trapassato remoto ( i millennial nemmeno sanno chi è) e di portare,fomentando divisioni, acqua agli avversari.


BERLUSCONI LAVORA NELL'OMBRA

Il Cavaliere invece, più diplomatico, lavora dietro le quinte.

Prima continuando a proporre, in ordine sparso, candidati di vario genere, da Urbano Cairo a Luca Zaia per finire con Stefano Parisi.

Tutti specchietti per le allodole, utili solo ad alimentare divisioni.
Nemmeno da lui una parola sulla vergognosa 'aggressione' ricevuta da Salvini in terra napoletana.

Ora invece servirebbe una visione più ampia che i due vecchi leader sembrano non possedere.

UN'OCCASIONE UNICA PER IL CENTRODESTRA

Mai come ora necessita, ad un centrodestra che vuole vincere, un'unione di sforzi. Con un PD lacerato, i 5 stelle in crisi di risultati e in evidente difficoltà,l'occasione è unica.

Magari, già da adesso, sarebbe utile decidere il proprio leader.

Le primarie sono la soluzioni più naturale.
Guarda caso né Bossi,né Berlusconi le hanno prese in considerazione.
Potrebbero invece confermare o meno Matteo Salvini nel ruolo di papa del centrodestra.

Non è però assolutamente normale, né tantomeno lungimirante tentare di azzoppare uno dei papabili prima ancora di averlo nominato.

Un gioco scorretto e sbagliato, dettato solo dalla consapevolezza di Bossi e Berlusconi di essere ormai politicamente finiti.

 

Tags:
umberto bossisilvio berlusconimatteo salvini

in vetrina
Berlusconi prende tutto il Monza. Lui e Galliani pensano a Brocchi. I dettagli

Berlusconi prende tutto il Monza. Lui e Galliani pensano a Brocchi. I dettagli

i più visti
in evidenza
Quando finisce il caldo anomalo Pronta l'irruzione di aria fredda

Cronache

Quando finisce il caldo anomalo
Pronta l'irruzione di aria fredda

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Groupe PSA si aggiudica il « International Van Of The Year 2019 »

Groupe PSA si aggiudica il « International Van Of The Year 2019 »

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.