150 parlamentari finiscono in carcere

Gli alti prelati invitati ad unirsi alle delegazioni

Giovedì, 13 agosto 2009 - 12:04:00


Camera Carceri

I radicali italiani scrivono al presidente della Cei, il cardinale Angelo Bagnasco, per chiedergi "di farsi promotore di un nostro appello presso i Vescovi affinché scelgano di far parte delle delegazioni che nei giorni 14, 15 e 16 agosto visiteranno gli istituti penitenziari italiani".

"L'iniziativa "ferragosto in carcere", organizzata da noi Radicali nei giorni 14, 15 e 16 agosto - si legge nella lettera firmata dalla deputata radicale del Pd Rita Bernardini e da Antonella Casu, segretaria nazionale - ha avuto presso parlamentari italiani ed europei, consiglieri regionali e garanti dei diritti dei detenuti, un ascolto che è andato ben al di là delle nostre previsioni: in 150, di tutti gli schieramenti politici, infatti, visiteranno 175 delle 221 carceri distribuite su tutto il territorio nazionale. Lo faranno per unirsi alla ’comunità penitenziaria’ per una ricognizione approfondita di una realtà che registra oggi un numero mai visto prima di ristretti: 64mila esseri umani stipati in spazi che potrebbero ospitarne legalmente solo 43mila".

"Come saprà - ricordano i Radicali nella lettera a Bagnasco - l'articolo 67 dell'ordinamento Penitenziario riconosce agli ordinari diocesani e all'ispettore dei cappellani il diritto di visitare le carceri senza autorizzazione, che è invece richiesta per i ministri di culto. Le scriviamo per chiederLe di farsi promotore di un nostro appello presso i Vescovi affinché scelgano di far parte delle delegazioni che nei giorni 14, 15 e 16 agosto visiteranno gli istituti penitenziari italiani".

"Questo ferragosto in carcere costituisce - scrivono Bernardini e Casu - la più consistente visita di sindacato ispettivo mai realizzata in Italia, visita che avviene nel momento in cui non solo si registra il picco massimo di presenza di detenuti dal dopoguerra, ma anche una carenza spaventosa di personale e risorse ridottissime persino per l`ordinaria amministrazione".

"E' con fiducia che ci rivolgiamo a Lei - osservano - consapevoli dell'importanza che la Chiesa cattolica da sempre riconosce all'assistenza ed al conforto dei detenuti. Un segno, anche simbolico, della presenza dei ministri del culto cattolico proprio in quei tre giorni sarebbe un forte incoraggiamento per i legislatori ad occuparsi senza più rinviarla di una questione divenuta umanamente insostenibile. Uniamo le forze, questa volta sì, per un obiettivo comune: il rispetto dell'articolo 27 della Costituzione Repubblicana e con esso della dignità della persona umana".

0 mi piace, 0 non mi piace

Commenti


    
    Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
    Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
    Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
    Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
    Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
    Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
    Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
    Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
    LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

    LA CASA PER TE

    Trova la casa giusta per te su Casa.it
    Trovala subito

    Prestito

    Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
    SCOPRI RATA

    BIGLIETTI

    Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
    PUBBLICA ORA