A- A+
Politica
Case chiuse: la proposta della Lega contro lo Stato Etico

La proposta della Lega con un ddl al Senato a firma di Gianfranco Rufa di riaprire le “case” chiuse da una legge criminogena come quella Merlin e in genere come tutte quelle proibizioniste, ha riaperto il dibattito mai sopito su un tema che presenta inquietanti risvolti.

La proposta è di fare in Italia qualcosa di simile a quello che si fa in Svizzera, a Lugano.

Le prostitute lì esercitano, non c’è alcun sfruttamento, pagano le tasse e hanno controlli medici che garantiscono la loro salute e quella dei loro clienti.

Ma un Paese bigotto e moralista, oltre che cattolico, come l’Italia non può certo tollerare impunemente una tal botta di libertà ed ecco che si assiste sui media, e in Tv in particolare, a quadretti di stampo medievale, in cui manca solo l’Inquisitore col cappuccio pronto ad intervenire contro i reprobi e i peccatori.

Ma veramente possiamo credere che nel XXI secolo abbia ancora cittadinanza il brutto mostro dello Stato Etico preconizzato da filosofi come Hobbes ed Hegel?

Oggi su Mattino Cinque (Canale Cinque) c’era un acceso dibattito, meglio definirla con il suo vero nome e cioè una zuffa tra un europarlamentare leghista, Angelo Ciocca, e Sara Manfuso (Pd, renziana ed ex compagna di Alfredo D’Attorre) che urlando e sovrapponendosi all’interlocutore voleva “punire violentemente i clienti delle prostitute” e accusava la Lega di non volere rispettare le donne.

Qui si può vedere il video:

https://www.msn.com/it-it/video/amici/legariaprire-le-case-chiuse/vi-BBTwJyZ

Nella prima richiesta si vede tutta la violenza iconoclasta dello Stato Etico hegeliano. Punire i clienti per cosa, visto che si tratta di maggiorenni consenzienti?

Quale sarebbe il reato ipotizzabile visto che nessuno ne trae danno, anzi tutte le due parti sono soddisfatte? E se poi c’è una minoranza di donne che sono invece costrette a prostituirsi gli strumenti legislativi per intervenire ci sono già.

E poi, non contenta, la Manfuso continuava accusando la Lega di non rispettare le donne. Ma come? Le prostitute quindi, nel suo ragionamento, non sono “donne”? E se una prostituta, una donna appunto, decide di voler fare quello che le pare col proprio corpo il permetterglielo significa non rispettarla?

È proprio per rispettare la volontà di alcune donne che la prostituzione è legale (non lo è lo sfruttamento). E poi addirittura “punire violentemente” i clienti per quale reato?

È invece la legge Merlin che non rispetta le donne e come tutte le leggi proibizioniste produce criminalità, visto che il “mestiere più antico del mondo” continua ad essere esercitato solo che ora le donne sono più insicure e molte in mezzo ad una strada, in mano alla criminalità organizzata.

La proposta della Lega non solo è giusta ma sarebbe un segno di grande civiltà giuridica contro l’ipocrisia e il bigottismo.

 

Commenti
    Tags:
    case chiuselegasara manfusoangelo cioccamattino cinquegianfranco rufa
    in evidenza
    Raffaella Fico, tacchi a spillo ... e lato B da urlo. LE FOTO

    Pedron topless. Gallery delle Vip

    Raffaella Fico, tacchi a spillo
    ... e lato B da urlo. LE FOTO

    i più visti
    in vetrina
    Temptation Island Vip 2, Anna Pettinelli lacrime: "Sto male, a Stefano piace.." Temptation Island Vip 2019 News

    Temptation Island Vip 2, Anna Pettinelli lacrime: "Sto male, a Stefano piace.." Temptation Island Vip 2019 News


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Ford: svelata la nuova Puma Titanium X

    Ford: svelata la nuova Puma Titanium X


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.