A- A+
Politica
Centrodestra Salvini premier? Solo incaricato. Dal Pd massimo 15 parlamentari

Centrodestra al lavoro per cercare una soluzione dopo la mancata vittoria, quantomeno in termini assoluti, alle elezioni politiche del 4 marzo. Primo punto: tutta la coalizione andrà, molto probabilmente con una delegazione unitaria, al Quirinale per fare il nome di Matteo Salvini come premier designato per tentare di formare un governo. Non a caso il leader della Lega ha smesso i panni del rivoluzionario per vestire quelli istituzionali dosando le parole e aprendo addirittura ad una, presunta, "sinistra che guarda alla Lega". Secondo punto: il Centrodestra sosterrà la candidatura di Roberto Calderoli alla presidenza del Senato, mentre per la Camera tutto è ancora in alto mare.

Fin qui le (quasi) certezze, poi il caos totale. A Montecitorio per avere la maggioranza assoluta alla coalizione Lega, Forza Italia, Fratelli d'Italia mancano 60-70 deputati, a Palazzo Madama invece ne basterebbero 25-30. Troppi per poter pensare ad uno scouting nelle file del Pd. "Non c'è soluzione, purtroppo", ammettono a denti stretti sia dal Carroccio sia nel quartier generale degli azzurri. Nell'incontro ad Arcore di lunedì scorso Berlusconi ha accettato di sostenere la candidatura di Salvini a Palazzo Chigi durante le consultazioni da Mattarella, rispettando quindi gli accordi pre-elettorali, in cambio della chiusura senza se e senza ma a qualsiasi ipotesi di dialogo con i 5 Stelle di Luigi Di Maio.

D'altronde fonti leghiste spiegano che Salvini "non ha alcuna intenzione di andare a fare il numero due dei grillini quando può giocarsi la partita del leader di Centrodestra, anche e soprattutto in vista del possibile ritorno alle urne in tempi brevi". Chiusa la porta verso il M5S, resta il Partito Democratico. Ovvero quello di Matteo Renzi, per ora ancora segretario, che Salvini ha definito "nemico numero uno" per tutta la campagna elettorale. Secondo quanto risulta ad Affaritaliani.it, ambienti di Forza Italia avrebbero già iniziato a testare singoli parlamentari dem per capire se ci sono o meno le possibilità di una convergenza. E i risultati sono "assolutamente deludenti".

Con Salvini premier "al massimo, essendo ottimisti, riusciremmo a convincere una decina di deputati e un cinque senatori a trattare con il Centrodestra", confida un'autorevole fonte di FI. Ma il quadro non sarebbe molto diverso se il candidato premier fosse una figura più moderata, ad esempio Roberto Maroni (che comunque Salvini non accetterebbe mai), con "al limite 15-20 deputati e 8-10 senatori del Pd pronti a dialogare con noi". La maggioranza resta quindi lontanissima. E' vero che da qui al 23 marzo, primo appuntamento con la riunione delle Camere per l'elezione dei presidenti, ne deve passare ancora di acqua sotto i ponti. Ma al momento e salvo improbabili colpi di scena il governo Salvini, anche se ricevesse l'incarico dal Capo dello Stato, è destinato a restare sulla carta e a non nascere.

Tags:
centrodestra salvini

in vetrina
Elena Santarelli sexy in rosso. Cristina Marino, che fisico! Vip al mare: FOTO

Elena Santarelli sexy in rosso. Cristina Marino, che fisico! Vip al mare: FOTO

Advertisement
Advertisement
i più visti
in evidenza
Shorts aderenti, colori fluo e... Moda uomo: nuove tendenze

Costume

Shorts aderenti, colori fluo e...
Moda uomo: nuove tendenze

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Nuova BMW Serie 8 Coupé: un concentrato di lusso e tecnologia

Nuova BMW Serie 8 Coupé: un concentrato di lusso e tecnologia

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.