Fondatore e direttore
Angelo Maria Perrino

Centrodestra in tilt, l'alleanza salta non solo a Roma. Insight

Lo scontro tra Forza Italia da una parte e Lega-Fratelli d'Italia dall'altra, ormai, va ben oltre le questioni politiche. Si è passati dal fronte politico alle offese e alle accuse personali. Berlusconi, di fatto, ha etichettato Salvini come "pappone" e ha detto di essere pronto a "ridere in faccia" alla Meloni

Di Alberto Maggi (@AlbertoMaggi74)
salvini meloni berlusconi a


Lo scontro tra Forza Italia da una parte e Lega-Fratelli d'Italia dall'altra, ormai, va ben oltre le questioni politiche. Si è passati dal fronte politico alle offese e alle accuse personali. Berlusconi, di fatto, ha etichettato Salvini come "pappone" e ha detto di essere pronto a "ridere in faccia" alla Meloni. La situazione è del tutto fuori controllo. Il leader della Lega, contattato da Affaritaliani.it, ha risposto "non parlo di Roma. Non parlo di Berlusconi". Il malessere è evidente e palpabile. La leader di Fratelli d'Italia, preso atto che non c'è tutta la coalizione intorno a Guido Bertolaso, ha fatto un gesto di "generosità" e, nonostante la gravidanza, si è detta disponibile a candidarsi nella Capitale per "salvare il Centrodestra".

La risposta dell'ex numero uno della Protezione Civile è stata tranchant: "Pensi a fare la mamma". E' del tutto evidente che a questo punto, salvo miracoli, il Centrodestra andrà diviso alle Comunali a Roma. Con il serio rischio che il duo Lega-Fratelli d'Italia e Forza Italia si presentino separati anche a Torino, Napoli e Bologna. Forse, condizionale d'obbligo, solo a Milano con Stefano Parisi la coalizione potrebbe restare in piedi. Ambienti del Carroccio e di Fratelli d'Italia accusano direttamente il cosiddetto "cerchio magico" dell'ex Cavaliere: ovvero il trio Rossi-Bergamini-Pascale. L'impressione è che, considerando ormai Berlusconi fuori dai giochi per le Politiche e per Palazzo Chigi, si voglia fare di tutto per far saltare la coalizione - anche in chiave anti-Salvini candidato premier - per poi poter gestire le liste di Forza Italia in autonomia alle prossime elezioni portando a casa un 8-10% di fedelissimi. In questo quadro appaiono tagliati fuori gli altri colonnelli azzurri, da Romani a Brunetta passando per Toti.

"Ci vorrebbe un miracolo per risolvere la situazione", commenta un big di Fdi. E infatti al momento non è in programma alcun faccia a faccia Berlusconi-Salvini-Meloni. L'ex Cavaliere, comunque, dopo aver affermato che "Bertolaso è un fuoriclasse e che vincerà al primo turno" difficilmente (quasi impossibile) potrà rimangiarsi tutto e sostenere la Meloni. L'unica soluzione sarebbe un passo indietro dell'ex capo della Protezione Civile, ma dal cerchio magico di Silvio premono perché ciò non avvenga. E dietro il no all'unica soluzione possibile, quella del ticket Meloni-Bertolaso, avanzata da Ignazio La Russa ad Affaritaliani.it, ci sarebbe ancora una volta il trio Ross-Bergamini-Pascale. Una situazione complicatissima, insomma, che rischia molto concretamente di mettere fine all'alleanza di Centrodestra. Renzi e il M5S ringraziano, soprattutto in vista delle possibili elezioni politiche che potrebbero tenersi all'inizio del 2017.

Condividi su

In Vetrina

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
Il video più apprezzato

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it