A- A+
Politica
Elezioni 2018, CasaPound: occhi puntati dalla Cina agli USA al Medio Oriente
Mauro Antonini, candidato presidente della Regione Lazio per CasaPound e Simone Di Stefano, candidato premier per CPI - Foto Antonio Mele

Le elezioni del 4 marzo 2018 hanno un elemento che le differenzia da tutte le altre finora svoltesi nel nostro Paese. Per la prima volta, infatti, potrebbe entrare in Parlamento un movimento di estrema destra che non ha paura di definirsi fascista, guidato dal candidato premier Simone Di Stefano, e fare il suo ingresso nei consigli regionali di Lazio e Lombardia dove sono rispettivamente in corsa per la carica di presidente di regione Mauro Antonini e Angela De Rosa.

Come in Italia l'ascesa di CasaPound non è passata inosservata ridestando spesso sentimenti antifascisti con proteste, cortei dell'Anpi (quest'ultima associazione dimentica delle discese in piazza accanto a Forza Nuova durante la campagna referendaria del 2016 contro Matteo Renzi) e manifestazioni spesso organizzate direttamente contro la Tartaruga Frecciata (vedi quella di Piacenza culminata nel pestaggio di un carabiniere da parte dei centri sociali), anche il resto del mondo tiene gli occhi puntati sul possibile exploit alle urne.

I successi elettorali di Cpi a Lucca, Bolzano e Ostia con il 9 % e l'ingresso di Luca Marsella in consiglio municipale avevano avuto ampio spazio sulla stampa internazionale, ma ora l'interesse sembra esponenzialmente aumentato.

Solo negli ultimi giorni hanno infatti dedicato articoli e servizi a Cpi Guardian, Le Figaro, Washington Post, Al Jazeera, Pravda, El Pais, New York Times, Le Monde, Daily Mail solo per citarne alcuni fra testate giornalistiche e canali televisivi. E gli accrediti per la chiusura della campagna elettorale a Roma al Pantheon giovedì 1 marzo, con il segretario nazionale di CPi Simone Di Stefano e candidato premier, si annoverano Tv cinesi, giapponesi, la Bbc, l'inglesi Itn News, e ancora radio polacche, tv e radio olandesi, testate come El Mundo, l'argentina La Nacion e la belga Le Soir.

Gli ultimi sondaggi usciti prima della "censura" davano CasaPound in salita a livello nazionale, con vette del 4,6 % in Lazio con Antonini candidato governatore, e l'entusiasmo di vertici, militanti e simpatizzanti di Cpi cresce ogni giorno di più. Di Stefano, dal canto suo, è fatalista: "Se non dovesse andare questa volta, sarà per la prossima", ma è innegabile che - comunque la si pensi sul Fascismo e su CasaPound - il movimento è ormai una realtà concreta che, successi elettorali o meno, sarà praticamente impossibile ridimensionare o, come vorrebbe qualcuno, sradicare dai territori dove oramai, in molte realtà, rappresenta l'unica speranza effettiva di molti italiani che si sentono sfiduciati e abbandonati dalle Istituzioni.

Tags:
elezioni 2018casapoundelezioni regionali laziofascismoantifascismosimone di stefanomauro antoniniangela de rosa

in vetrina
Michelle Obama posa in look afro. Da Barack dedica d'amore per il suo libro

Michelle Obama posa in look afro. Da Barack dedica d'amore per il suo libro

i più visti
in evidenza
Tre stelle a Mauro Uliassi E' il decimo chef in Italia

Siamo il secondo paese al mondo

Tre stelle a Mauro Uliassi
E' il decimo chef in Italia

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Nuova BMW X5, sempre due passi avanti

Nuova BMW X5, sempre due passi avanti

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.