A- A+
Politica
Elezioni 2018, desideri e doveri degli italiani e dei partiti
Advertisement

 

E’ consuetudine, all’inizio d’anno, immaginare quello che si vorrebbe accedesse nell’anno che sta iniziando.Si comincia dalla salute, si immagina poi di avere un percorso migliore a livello economico, ci si augura un buon lavoro , buone relazioni e tanta tranquillità’.Ci si dimentica pero’, molto spesso, di concentrarsi su un soggetto che, a parte la salute, ha il potere di far pendere la bilancia da una parte o dall’altra nella qualita' della nostra vita.

Questo soggetto si chiama politica. Troppo spesso ci si lamenta del Governo con frasi del tipo ‘ Governo ladro’ o ‘ sono tutti corrotti’ e si fa finta di non sapere che, molto di quello che accade, e’ provocato anche da noi, per chi abbiamo votato o per chi abbiamo lasciato che venisse votato, nel nostro totale e colpevole disinteresse. La parola ‘astensionismo’ e’ sempre più’ protagonista nelle elezioni di qualsiasi genere.

Elezioni 2018. Una grande opportunità’ per gli italiani.


Ma quest’anno, e precisamente a marzo, possiamo riscattarci.
Le elezioni aspettate da tanto tempo nel nostro Paese possono aiutarci a confermare, rinnovare, cambiare un Governo che, comunque, e’ riuscito, a fatica, a portarci fuori da una crisi di quasi 10 anni.

Siamo in un momento storico importante per quanto riguarda la politica nostrana, quello di un grande rinnovamento della classe politica.
Non si tratta di rottamare, ma di lasciare a casa chi e’ seduto sulla poltrona da 30/40 anni.

Tutti sanno che nemmeno in un’azienda sana una posizione di vertice può’ essere mantenuta per oltre 10 anni.  
Rinnovare con intelligenza significa aprirsi a idee nuove, esperienze diverse.
Non e’ concepibile pensare che un politico di lungo corso, sullo ‘scranno’ dai tempi che furono, puo’immaginare un 'modus operandi' diverso da  quello del passato. Un 'modus operandi' che ormai gli e’ entrato pure nel sangue.

Elezioni 2018. Lasciare a casa i ‘monumenti storici'

Ed allora nel 2018 gli italiani hanno la possibilità’ e crediamo il desiderio di lasciare a casa i nomi che nel bene e nel male hanno fatto la storia di quarantenni del nostro Paese. Nomi come Silvio Berlusconi, Massimo D’Alema, Pierluigi Bersani, Pier Ferdinando Casini, Massimo Fini, Umberto Bossi, Roberto Formigoni.

Solo per citarne alcuni e senza dimenticare molti altri che sono ormai ‘incistati’ nel tessuto politico italiano in maniera permanente come, ad esempio e con tutto il rispetto, politici come Ciriaco De Mita e Paolo Cirino Pomicino.

Insomma non un voto verso i giovani per i giovani, e solo contro i vecchi.Non un voto di pancia ma un voto verso chi ha dimostrato voglia di fare, esperienza e soprattutto ha dato risultati o non risultati in un’eventuale pur breve esperienza politica.

Elezioni 2018. Indispensabile vedere i programmi

Altro ed importante desiderio e preghiera degli italiani di fronte a questo importante momento sarebbe quello di vedere, oltre ai sondaggi ( pilotati di qua e di la’), ai duelli verbali da talk show serali, pomeridiani e mattutini , un minimo di programmi seri e comprensibili.

Poche cose che si vorrebbero fare per questo Paese.
 Il Governo in carica , ad esempio, non ha potuto presentare un programma perché’ e’ subentrato rapidamente al Governo di Matteo Renzi, ma e’ indiscutibile che ha fatto azioni concrete e ha portato risultati.

Ed allora cari Partiti, formazioni, premier in pectore tiratele fuori in modo chiaro e sintetico, e non lasciatele se le avete solo sul web, le vostre idee su cosa volete fare qualora veniste votati.

Discutibili e controverse sono state le molte azioni fatte dal Presidente americano Donald Trump ma, obiettivamente, non si può’ dire che non avesse presentato un programma chiaro  e che non lo stia seguendo.

Ecco che in conclusione, in questo giorno di inizio d’anno, gli italiani dovrebbero impegnarsi maggiormente ad essere presenti nella scelta di chi ci governerà’ scartando i 'monumenti storici’. Mentre i partiti dovrebbero impegnarsi ad essere chiari presentando programmi redatti non per ‘comprare affettivamente’ il voto ma per convincere della bontà’e serietà’ di quanto si vorrà’ fare.

Un augurio e un desiderio per il 2018.

Tags:
elezioni 2018

in vetrina
Milan-Ibrahimovic, la risposta di Zlatan sarà... AC MILAN NEWS

Milan-Ibrahimovic, la risposta di Zlatan sarà... AC MILAN NEWS

i più visti
in evidenza
Kate Moss, busto a 18 carati Sotheby’s lancia un'asta "d'oro"

Costume

Kate Moss, busto a 18 carati
Sotheby’s lancia un'asta "d'oro"

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Formula 1: Vettel verso l’addio alla Ferrari?

Formula 1: Vettel verso l’addio alla Ferrari?

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.