A- A+
Politica
Elezioni 2018, CasaPound punta in alto: Simone Di Stefano candidato premier

Che CasaPound puntasse in alto eravamo stati i primi a sottolinearlo qualche mese fa. Da formazione politica "di nicchia", alle recenti elezioni amministrative CPI aveva riscontrato un ottimo risultato a Lucca - superando il m5s - balzando automaticamente sulla stampa politica "mainstream". Questo accadeva solo pochi mesi fa, ma in politica - lo sappiamo - pochi mesi possono rappresentare un'autentica era geologica.

La "tartaruga frecciata" in questo breve lasso di tempo ha bruciato le tappe; complice anche la testata di Roberto Spada al giornalista Daniele Piervicenzi, il suo vicepresidente Simone Di Stefano è comparso prima a Piazza Pulita e solo pochi giorni fa a Mezz'ora in più, torchiato da Lucia Annunziata, e in entrambi i casi ha fatto aumentare lo share e gli spettatori.

Come ampiamente rilevato da affaritaliani qualche mese fa, l'interesse per CasaPound si inserisce nell'onda di successi della destra e dell'estrema destra in tutta Europa, come abbiamo visto in Germania e in Austria. In Italia, CP rappresenta la novità rispetto al populismo "appoltronato" del m5s, che - a seconda dell'occasione elettorale - indossa la maschera di partito di sinistra o di destra. Ma i consensi - ancora rilevanti - del Movimento 5 Stelle iniziano a calare, mentre la "tartaruga frecciata" a Ostia supera il 9 % alle urne.

E tuttavia le ambizioni di CPI non iniziano e non si esauriscono a Ostia. Due traguardi importanti li attendono: le elezioni regionali del Lazio che vedono partecipare come candidato alla Presidenza di Regione il giovane Mauro Antonini, coordinatore laziale di CPI, e le politiche del 2018 alle quali Simone di Stefano si candida nientemeno che a premier. Di Stefano, 41 anni, diventa ufficialmente segretario di CasaPound e si presenta nella corsa per Palazzo Chigi con un programma preciso: ripristino della sovranità nazionale, sostegno alle imprese e alle famiglie italiane, uscita dall'euro e dall'UE, nazionalizzazione della Banca d'Italia, blocco dell'immigrazione clandestina e, fra gli altri punti, il Reddito Nazionale di Natalità, ovvero 500 euro mensili da 0 a 16 anni per ogni figlio italiano nato da un genitore a sua volta nato italiano.

Un programma che raccorda alcune istanze della Lega Nord (poi abbandonate in corso d'opera) e del M5s (anch'esse abbandonate lungo il cammino per "Ragion di Stato"), a sottolineare il target di riferimento di CasaPound: quelle praterie sconfinate che raggruppano il voto "di pancia", quello di protesta e quello dei delusi dal sistema politico vigente, e dai partiti tradizionali. Un bacino di consensi considerevole che finora ha premiato i grillini ma che, con l'ingresso prorompente di un movimento che non ha timore di professarsi fascista (pur rinnegando leggi razziali e altre derive del tardo fascismo) potrebbe voltare le spalle al m5s per guardare all'estrema destra conclamata. Intanto, in TV Di Stefano ha funzionato eccome... e si sa che, per conquistare le urne, come hanno dovuto ammettere gli stessi grillini prima avversi e ora in pianta stabile nei talk show, la televisione in Italia è ancora fondamentale. E, ormai "sdoganata" sul piccolo schermo, alle prossime elezioni CasaPound potrebbe sorprendere.

Tags:
elezioni politiche 2018casapoundsimone di stefanocandidato premierostiaballottaggiocentrodestram5sroberto spada

in vetrina
Grande Fratello 2018, Aida Nizar e Paola Di Benedetto nella Casa. GF 2018 NEWS

Grande Fratello 2018, Aida Nizar e Paola Di Benedetto nella Casa. GF 2018 NEWS

i più visti
in evidenza
Mancini vs Capriotti-Morali Ex naufraghe, caos dalla D'Urso

Spettacoli

Mancini vs Capriotti-Morali
Ex naufraghe, caos dalla D'Urso

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Paolo Gagliardo: Qooder la giusta alternativa alla mobilità cittadina

Paolo Gagliardo: Qooder la giusta alternativa alla mobilità cittadina

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.