Elezioni 2018, il giornalismo televisivo peggiorato al pari della politica - Affaritaliani.it
A- A+
Politica
Elezioni 2018, il giornalismo televisivo peggiorato al pari della politica

È disperato chi, in modo libero e pragmatico, al di là della divisione comunismo/fascismo (entrambi falliti, in entrambi non c’era libertà di scelta, ma se non altro nel fascismo c’era la libertà di possedere) ha il dubbio su chi votare alle imminenti elezioni politiche del 4 marzo? Soprattutto è disperato se si chiede: che idee hanno, al di là degli slogan demagogici, dei proclami acchiappa-voti, dei patti con gli italiani, in ordine alfabetico: Silvio Berlusconi, Luigi Di Maio, Pietro Grasso, Giorgia Meloni, Matteo Renzi, Matteo Salvini? Che fare? Guardare all’efficienza dello Stato che prefigurano? Cercare col lanternino nelle liste la persona che rispecchi l’idea della politica come la forma più alta dell’esistenza? Difficile, quasi impossibile, se è vero che i leader prediligono gli yes-man e gli uomini tapi roulant… e del resto “gli imbecilli sono il lubrificante di un’organizzazione” (frase di chi scrive), come dall’altra parte nei simboli elettorali campeggia il nome dei leader.

Come di riflesso, come gli italiani si meritano questo panorama, così si meritano l’informazione politica giornalistica, quasi sempre poco approfondita e/o schierata, troppo o troppo poco… si pensi a ciò rispetto ai vari (ordine alfabetico): Lucia Annunziata, Bianca Berlinguer, Giovanni Floris, Corrado Formigli, Massimo Giletti, Lilli Gruber, Enrico Mentana, Michele Santoro, Bruno Vespa. (Esclusi dall’elenco i personaggi del mondo dello spettacolo, non giornalisti, che ospitano i politici e da cui i politici non dovrebbero andare). Che fare? Scegliere colui che mette in grado l’ascoltatore di farsi un’idea con la propria testa. La colpa sembra essere anche dei politici e commentatori ospiti che abbassano il livello: gente (sarebbe troppo definirli retori) che mena il can per l’aia. La prova è che i giovani imprecano contro chi non dice (per usare il loro linguaggio) un c*** e cambiano canale.

Tags:
elezioni 2018 giornalistielezioni 2018 giornalismoelezioni 2018 copertura giornalisticaelezioni 2018 giornali

in vetrina
Chiara Ferragni, incidente sexy: il costume si abbassa e... FOTO

Chiara Ferragni, incidente sexy: il costume si abbassa e... FOTO

i più visti
in evidenza
L'attimo del crollo: "Oh mio Dio" VIDEO E FOTO DELLA TRAGEDIA

Cronache

L'attimo del crollo: "Oh mio Dio"
VIDEO E FOTO DELLA TRAGEDIA

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Sticchi Damiani (ACI): “la sicurezza viene prima di tutto”

Sticchi Damiani (ACI): “la sicurezza viene prima di tutto”

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.