A- A+
Politica
Emanuele Fiano alla gogna nel club di Luigi Di Maio: tutti i commenti - FOTO

Il deputato del Pd Emanuele Fiano viene di nuovo messo alla gogna pubblica per la sua proposta di legge sulla punibilità dell'apologia del fascismo anche via web. Dopo l'attacco di Massimo Corsaro, onorevole ex missino, ex AN, ex PdL e ora orbitante nella galassia che fa capo a Raffaele Fitto, ecco che l'Onorevole dem torna a essere denigrato, questa volta in massa, dal fan club di Luigi Di Maio, vicepresidente della Camera pentastellato.

Il Club Luigi Di Maio, gruppo facebook con più di 74mila membri (tagline: "Se siete piddioti, fascioleghisti questo gruppo non è per voi"), non è nuovo a questo genere di crucifige pubblico, avendo via via nel corso degli anni esposto al "mostro della rete", quel Click Kong evocato da Vittorio Zucconi in un memorabile tweet, il nemico di turno del m5s. Un caso eclatante fu quello di Enrico Mentana, massacrato da commenti irriferibili. Nel caso dell'onorevole Fiano si riscontra tuttavia un caso ancor più peculiare: mentre il deputato dem incassava infatti la solidarietà pubblica del Movimento 5 Stelle per l'attacco dell'onorevole Corsaro - attacco giudicato da molti antisemita per il riferimento improvvido alla circoncisione (Emanuele Fiano è ebreo e fiero di esserlo) - la "base" o comunque i follower e i fan del personaggio pentastellato più rappresentativo, Luigi Di Maio, lo schernivano pesantemente su facebook.

Nel gruppo succitato, la foto dell'onorevole Fiano viene accostata a quella di un maiale e gli utenti del gruppo sono invitati a "trovare le differenze". Si sprecano, come c'è da aspettarsi, i "nessuna differenza", "sono identici", "meglio il porco vero" e così via, senza che una sola voce manifesti un briciolo d'indignazione o perlomeno prenda le distanze dal dissennato inveire generale. Il maiale non è scelto a caso, essendo ritenuto "impuro" dalla religione ebraica, eppure nessuno invita alla rimozione del post o si esime dal manifestare il proprio gaudio nello schernire il deputato del Pd. "Comunista di merda" qualcuno attacca, "il maiale vero non ha quelle sopracciglia" rincara un altro richiamando la dichiarazione dell'onorevole Corsaro, "uno è un maiale l'altro è un porco schifoso", e così via per centinaia e centinaia di commenti.

Ci si domanda a questo punto se il Club Luigi Di Maio sia ufficiale e legato alla Casaleggio & Associati, come tanti gruppi facebook dall'apparenza "amatoriale", e soprattutto che cosa ne pensi l'onorevole Di Maio, in corsa per diventare Presidente del Consiglio, di cotanta "fan base"

Tags:
emanuele fianoluigi di maiom5smassimo corsaro
in vetrina
BELEN IN LINGERIE, CECILIA RODRIGUEZ 'FUORI DI SENO'. E POI... Foto delle Vip

BELEN IN LINGERIE, CECILIA RODRIGUEZ 'FUORI DI SENO'. E POI... Foto delle Vip

i più visti
in evidenza
Italia Viva, l'ironia del web "Sembra la pubblicità del Vagisil"

Politica

Italia Viva, l'ironia del web
"Sembra la pubblicità del Vagisil"


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Al Salone Auto e Moto d’epoca 2019, Peugeot festeggia i 50 anni della 304

Al Salone Auto e Moto d’epoca 2019, Peugeot festeggia i 50 anni della 304


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.