A- A+
Politica
Emma Bonino e Bruno Tabacci van per collegi sicuri

Partiamo, come sempre, dalla notizia.

Missione compiuta.

Poche ore fa Gentiloni ha annunciato la sua candidatura alla Camera nel blindatissimo collegio elettorale di Roma Centro e ufficializzato l’alleanza con la lista di Bonino e Tabacci.

“Abbiamo scelto l’apparentamento della nostra lista con quella del Pd perché abbiamo messo al centro la valorizzazione dell’agenda europeista”, conferma la Bonino.

Curioso, perché la “scelta” l’ha fatta il Pd e non lei.

Le vicende sono note. La Bonino, Radicali Italiani, stava per rimanere alla fermata del bus Montecitorio causa ritardo raccolta firme dovuto a sua volta a infingarda trappola del Pd, quando è comparso lui, Tabacci Bruno da Mantova che con abile mossa politica offriva il suo movimento Centro Democratico, “alla democrazia”, alla bisogna di un matrimonio di interesse tra il vecchio democristiano conservatore e la pasionaria liberale.

Detto fatto, la lista “Più Europa” inglobò la centrista, rappresentata da un microscopico cerchietto nel simbolo finale.

Tabacci, che era rimasto al palo, complice il sor tentenna ex sindaco di Milano Giuliano Pisapia, di nuovo in campo e la Bonino felice di tornare in Parlamento, mentre i Radicali Transnazionali fedeli all’insegnamento di Pannella contestavano questi impegni elettorali.

Che la Bonino stia cercando da tempo di prendere le distanze dai radicali e dal suo passato è noto, avendo litigato con Marco Pannella tanto da far scomparire, in un primo momento, il suo passato radicale dal CV del sito. Per carità, liberissima di farlo, ma dovrebbe anche spiegare, per onestà intellettuale che lei ora dal suo passato ha preso le distanze e quindi non può più attingere al serbatoio antico, anche perché la presenza di Tabacci stravolge proprio quei valori liberali.

Curiosamente, dopo un articolo de Il Tempo che faceva notare questo è da poco ricomparso un video dedicato al suo passato radicale.

Ma la scadenza elettorale si avvicina e quindi dai nobili ideali di impossibili congiunzioni mistiche tra due tipi politici che non potrebbero essere più lontani tra loro, i due sono passati a riscuotere l’incasso e cioè a trattare molto più prosaicamente il loro rientro in Parlamento in collegi sicuri con il Pd di Matteo Renzi che ora che ha subito la scissione non può più fare tanto lo schizzinoso quanto ad alleanze e imbarcamenti.

Nel maggioritario il Pd si presenta in alleanza con tre liste, quella della Bonino, quella “Insieme” con socialisti, verdi e prodiani e quella con la Lorenzin, “lista Civica e Popolare”, impegnata, tra l’altro, nella solita azione di guastamento con Zingaretti nelle regionali del Lazio.

Alla coppia Bonino - Tabacci andrebbero tra i 4 e i 6 collegi blindati alla Lorenzin 7 e a Insieme solo 3.

Quindi finalmente l’agognato scranno compare all’orizzonte perché con una media probabile di 5 posti sicuri i maggiorenti stanno per mettere il suggello sulla vicenda, che ha visto molta abilità politica da primissima repubblica che rende conto del motivo del perché poi la gente voti i partiti populisti.

 

 

Tags:
emma boninobruno tabaccimarco pannellaradicali italianiradicali transnazionali
Loading...
in vetrina
ANTONELLA MOSETTI SENZA REGGISENO: FOTO DA URLO IN PALESTRA. Foto delle Vip

ANTONELLA MOSETTI SENZA REGGISENO: FOTO DA URLO IN PALESTRA. Foto delle Vip

i più visti
in evidenza
Wanda Nara sfida Belen Rodriguez Rondine vs la farfallina. FOTO

Diletta, Blasi.. Gallery delle vip

Wanda Nara sfida Belen Rodriguez
Rondine vs la farfallina. FOTO


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Porsche Italia chiude un 2019 da record. vendite al +28%

Porsche Italia chiude un 2019 da record. vendite al +28%


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.