A- A+
Politica
FdI, Meloni: bene patto federativo con la Destra di Storace

"Prosegue la crescita di FdI nel dialogo con movimenti, liste civiche, realta' politiche che scelgono di condividere con noi la difesa dell'interesse nazionale italiano. Oggi il patto federativo con la Destra di Storace e' un grande ritorno a casa. La destra in Italia e' una, la stiamo ricostruendo a allargando ad altri movimenti". Nella sala Isma del Senato, in Piazza Capranica, la presidente di FdI Giorgia Meloni commenta con soddisfazione la chiusura dell'accordo con l'ex-governatore del Lazio e il suo movimento, in vista delle elezioni europee. Stessa soddisfazione da parte dell'altro contraente, che ha immediatamente ricordato l'obiettivo piu' immediato, e cioe' quello di rinforzare il fronte sovranista nazionale ed europeo: "Sono molto orgoglioso - ha detto Storace - di questo passaggio a lungo atteso. La Destra ha avito una diaspora infinita, e' arrivato il momento di riunirla sotto la guida capace di Giorgia Meloni e credo che si possa fare un grandissimo risultato fin dai prossimi appuntamenti elettorali. L'obiettivo - ha concluso - e' uno movimento conservatore e sovranista, al quale aderiremo con grande entusiasmo".

 


 


 


Francesco Storace: "Con Giorgia Meloni la nuova destra alle europee"

Far tornare il sorriso alla nostra gente, la voglia di combattere. Esserci. Oggi il “patto” tra noi e Giorgia Meloni, in una conferenza stampa per suggellare anzitutto il sostegno alle liste di Fratelli d’Italia alle europee e impegnarsi al percorso comune per il nuovo soggetto politico conservatore e sovranista che dovrà vedere la luce. Lo scrive Francesco Storace sul suo sito

Basta con le divisioni nella nostra area, è il messaggio che vogliamo mandare alla pubblica opinione: è vietato sbagliare se puntiamo tutti alla creazione di una grande destra in Italia. Era l’obiettivo de La Destra che creammo con Teodoro Buontempo, fu l’insegnamento che ci lasciò Giorgio Almirante.

Giorgia Meloni sta allargando ad altri soggetti la forza politica che guida con una leadership ormai rispettata da tutti. Serve eccome un partito di riferimento che ci consenta finalmente di poter rilanciare noi le troppe parole d’ordine che ci sono state scippate dai tanti che hanno utilizzato la destra italiana.

Parlare di nuovo alla Nazione a nome di una comunità che sa che cosa vuol dire Patria dai tempi in cui era una parola demonizzata. Meglio, mille volte meglio l’originale…

A Giorgia Meloni chiederemo di aiutarci a far smaltire la delusione che comincia a prendere molti italiani per un governo in cui i Cinque stelle fanno pagare al Paese la loro inconcludenza assoluta; e a offrire al nostro popolo un’alternativa di valori e di concretezza.

Non andiamo a chiedere incarichi; sarà una leader capace ad assumersi la responsabilità di premiare chi merita. Metteremo in campo una macchina che sappia generare entusiasmo in una militanza che vuole tornare a sentirsi rappresentata. E corrisponderemo con lealtà a chi ci darà fiducia.

Assieme giovani e combattenti di una vita; uomini e donne; tutti uniti per salvare una Patria bistrattata. Alle europee ci sarà la prova decisiva per la destra italiana e tutti ci mobiliteremo per aiutare questo nostro mondo a rinascere, orgoglioso della sua storia.

Offriremo anche noi la freschezza della nostra gioventù per le candidature, daremo all’Italia volti nuovi per combattere una battaglia di sovranità. Questa sfida ci appassiona, ritroviamo tanti militanti con cui abbiamo combattuto fianco a fianco negli anni; e personalità che vengono da altre esperienze politiche che approdano a destra per far crescere l’Italia.

Ce n’è bisogno, perché servirà chi non teme di dire all’Europa che ci svillaneggia con giochi e conti insensati sulla nostra pelle, che si deve fare i fatti suoi. Una forza patriottica che rivendichi anche il diritto di uno Stato ad andare in deficit, magari optando pero’ per politiche economiche che investano per il lavoro e non per sussidi di cittadinanza.

Siamo stanchi di ministri che anziché realizzare opere pubbliche sembrano messi li’ apposta per bloccarle. Stiano attenti, perché da Torino, per il si’ alla Tav è partito il primo segnale di protesta civile.

Diamo voce ovunque alla protesta; perché se non svegliamo questo Paese potrebbe tornare una sinistra che era morta. E noi, assieme, a Giorgia Meloni, sentiamo il dovere di impedirlo.

Abbiamo votato anche la Lega di Salvini per dire no ai giochi di Berlusconi con Renzi; è il momento di rafforzare la destra vera per sottrarre proprio Salvini a questo abbraccio mortale – per l’Italia – con i Cinque stelle.

Grazie a chi vorrà essere con noi in questa battaglia.

Commenti
    Tags:
    francesco storacegiorgia meloni
    in evidenza
    Il fatto della settimana I Macron (in gilet) visti dall'artista

    Culture

    Il fatto della settimana
    I Macron (in gilet) visti dall'artista

    i più visti
    in vetrina
    Inter-Icardi, rinnovo di contratto? Wanda Nara al lavoro: "Sto..."

    Inter-Icardi, rinnovo di contratto? Wanda Nara al lavoro: "Sto..."

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nissan: la mobilità del futuro, sempre più sostenibile, autonoma e connessa

    Nissan: la mobilità del futuro, sempre più sostenibile, autonoma e connessa

    Abiti sartoriali da Uomo, Canali

    Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.