A- A+
Geopolitica
Camerun, opposizione in cella e rischio guerra civile. Parigi non scarica Biya
Foto: LaPresse

IN CAMERUN SI RISCHIA LA GUERRA CIVILE

Tensioni sociali ed etniche, scontri armati tra esercito e forze separatisti, il leader dell'opposizione in carcere per insurrezione e complottismo. Il rischio di una guerra civile è sempre più concreto, con migliaia di cittadini che scappano dal paese per cercare rifugio nella vicina Nigeria. Il Camerun di Paul Biya, al potere dal lontano 1982, è nel caos. Un caos che sta portando all'attenzione della comunità internazionale la difficilissima situazione interna a un altro dei paesi della cosiddetta Françafrique. Una situazione che imbarazza anche la Francia, che ha sempre offerto sostegno diplomatico al regime di Biya e che ancora oggi con Macron non recide il legame con l'uomo al potere da 37 anni in una delle sue ex colonie francesi.

LE TENSIONI IN CAMERUN DOPO LA RIELEZIONE DI BIYA (AL POTERE DAL 1982)

Dopo le elezioni dello scorso ottobre la tensione in Camerun sta raggiungendo livelli insostenibili. Elezioni ufficialmente vinte da Biya ma che Maurice Kamto, leader dell'opposizione accreditato di appena il 14 per cento dei voti, sostiene essere state truccate. Da lì in poi Kamto ha dato vita a un grande movimento di protesta che ha portato a manifestazioni di massa nella capitale Yaoundé e a proteste in diverse aree del paese. Parallelamente alla vittoria di Biya ha aumentato il malcontento nelle regioni anglofone, che si sentono da sempre sfavorite rispetto alla maggioranza francofona. Chi sperava in un possibile cambiamento con Kamto è stato deluso e così le spinte separatiste sono aumentate di intensità con gli scontri tra bande armate ed esercito centrale in continuo aumento.

KAMTO ACCUSATO DI INSURREZIONE E SEDIZIONE

Ora Kamto, ex magistrato con esperienza internazionale, è finito in carcere con otto capi d'accusa: sedizione, ribellione, ostilità alla patria, insurrezione, associazione per delinquere, incitamento all'insurrezione e al complottismo, disturbo dell'ordine pubblico. Non si tratta della prima volta in cui Kamto finisce in cella. 

LE PROTESTE ANTI BIYA DEI CAMERUNENSI IN FRANCIA

L'anziano Biya, 85 anni, non ha nessuna intenzione di lasciare il potere e continua a rivendicare la legittimità della sua rielezione con oltre il 70 per cento dei voti. L'opposizione parla di repressione e le proteste in madrepatria e all'estero si moltiplicano. Lo scorso 26 gennaio, durante uno dei sabati in piazza dei gilet gialli, un folto gruppo di cittadini camerunensi residenti in Francia ha preso d'assedio l'ambasciata del proprio paese a Parigi. 

MACRON NON ROMPE BIYA

La Francia ha per ora evitato di recidere il legame con Biya, nonostante le crescenti perplessità internazionale sui suoi metodi di governo. Nel dicembre 2017 il presidente francese Emmanuel Macron, eletto da pochi mesi, ha ricevuto Biya all'Eliseo, pochi mesi prima dell'avvio della campagna elettorale per le presidenziali del 2018. A ottobre, dopo la sua rielezione, Biya ha dato pubblicità a una lettera ricevuta da Macron. Mentre ufficialmente l'Eliseo non aveva parlato, probabilmente imbarazzato per le tensioni interne al Camerun e le accuse delle opposizioni, ma privatamente si complimentava con l'anziano presidente. 

IL SOSTEGNO DELLA FRANCIA A BIYA

D'altronde, a suo tempo la Francia aveva sostenuto Biya nella sua conquista del potere. Negli anni seguenti il governo francese di Mitterrand lo avrebbe anche aiutato a respingere a un tentativo di colpo di Stato. Negli anni, eminenze grigie e professionisti della politica vengono spediti da Parigi a Yaoundé per aiutare il presidente amico. Jacques Séguéla cura la campagna elettorale di Biya nel 1992, dopo che negli anni precedenti ne aveva curate due per Mitterrand. Il presidente del Camerun ha cambiato la Costituzione per restare al potere sempre più a lungo, nel silenzio diplomatico di Parigi (e non solo). Un lungo silenzio che ha portato il Camerun sull'orlo della guerra civile.

twitter11@LorenzoLamperti

Commenti
    Tags:
    camerunbiyacamerun newsafrica newsfrancia camerunkamtorapporti francia camerunrelazioni camerun franciafrancafriquecamerun guerra civile
    Loading...
    in evidenza
    Chiara Ferragni senza reggiseno Nude look intrigante. Le foto

    Belen, Giulia de Lellis e... Gallery

    Chiara Ferragni senza reggiseno
    Nude look intrigante. Le foto

    i più visti
    in vetrina
    X Factor 2019, Achille Lauro: "Su Anastasio ho sbagliato. Mara Maionchi non mi ascolti più"

    X Factor 2019, Achille Lauro: "Su Anastasio ho sbagliato. Mara Maionchi non mi ascolti più"


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Al Salone Auto e Moto d’Epoca 2019, la prima volta di Seat

    Al Salone Auto e Moto d’Epoca 2019, la prima volta di Seat


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.