A- A+
Geopolitica
Canada, Trudeau traballa: si dimette un altro ministro del governo
Justin Trudeau

Canada, nuove dimissioni scuotono il governo Trudeau

Il governo canadese traballa dopo che nel giro di tre settimane Justin Trudeau ha perso due ministri del suo esecutivo: ieri anche la responsabile del dicastero delle Finanze Jane Philpott ha rassegnato le dimissioni, con un argomento pesante per il giovane premier canadese: "Non posso più difendere questo governo", ha scritto Philpott, "mi devo attenere ai miei valori fondamentali, ai miei doveri etici e ai miei impegni costituzionali". Nella lettera, pubblicata su Twitter, la ministra nomina esplicitamente il caso Snc-Lavalin, a causa del quale Trudeau è da mesi sotto pressione. E' una storia di presunta corruzione e mazzette.

La scorsa settimana era stata l'ex ministra per la Giustizia Jody Wilson-Raybould - già spostata al ministero dei Veterani prima di dimettersi definitivamente lo scorso 12 febbraio - a testimoniare che alcuni "rappresentanti del governo" avrebbero cercato di bloccare le indagini nei confronti del colosso immobiliare Snc-Lavalin, che viene accusato di aver pagato tra il 2001 e il 2011 tangenti per circa 31 milioni di euro al dittatore libico Muammar Gheddafi. La vicenda rischia di essere un macigno per Trudeau in vista delle elezioni del prossimo autunno.

A quanto scriveva il mese scorso il quotidiano Globe and Mail, lo stesso premier sarebbe intervenuto per mettere fine, su pressione dell'azienda, all'inchiesta promossa da Wilson-Raybould. "Per mesi sono stata spinta da rappresentanti del governo a questa mossa", ha detto da parte sua l'ex ministra di fronte una commissione parlamentare. In caso di condanna, l'azienda - che ha sede a Montreal e che occupa circa 50 mila persone in tutto il mondo - probabilmente verrebbe interdetta nel partecipare a opere e infrastrutture pubbliche, con probabili effetti negativi su "qualche migliaio di posti di lavoro", come sottolineano in questi giorni i media canadesi.

Da parte sua, Trudeau ha spiegato di essere "deluso" dalla decisione della sua ministra alle Finanze, ma "poterla comprendere" e che "prende sul serio" le sue preoccupazioni circa l'affaire Snc-Lavalin: "E' giusto discutere ed avere divergenze d'opinione", ha aggiunto il premier, che ha sempre respinto con decisione qualsivoglia propria responsabilità nella vicenda.

In seguito alle dimissioni di Wilson-Raybould, la settimana scorsa Trudeau aveva messo in piedi un rimpasto di governo, nominando Lawrence MacAulay ministro ai Veterani, mentre al dicastero dell'Agricoltura è arrivata Marie-Claude Bibeau, già ministra allo Sviluppo, le cui precedenti competenze sono passate a Maryam Monsef. Dopo l'annuncio delle dimissioni di Philpott, la sua ex collega Wilson-Raybould ha twittato: "Per quasi 4 anni il nostro Paese ha visto come tu abbia costantemente cercato di impegnarti di fare sempre il meglio e il giusto per il Canada. Sara' felice di stare anche in futuro dalla tua parte".

Commenti
    Tags:
    canadatrudeaugoverno canadacrisi trudeau
    in evidenza
    BELEN, CHE LATO B A FORMENTERA LA FOTO INFIAMMA I SOCIAL

    Belen, Diletta Leotta e... GALLERY

    BELEN, CHE LATO B A FORMENTERA
    LA FOTO INFIAMMA I SOCIAL

    i più visti
    in vetrina
    Sesso, i 10 sex toy dell'estate. Tra luglio e agosto +20% vendite

    Sesso, i 10 sex toy dell'estate. Tra luglio e agosto +20% vendite


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Aci e Ferrari insieme per celebrare il 90° Gran Premio d’Italia

    Aci e Ferrari insieme per celebrare il 90° Gran Premio d’Italia


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.