A- A+
Geopolitica
Conte sposa la linea Usa sull'Ue. Italia ago della bilancia tra Putin e Trump?
Lapresse

L'Italia non ha mai lasciato la sua linea euroatlantista. Il premier Giuseppe Conte lo ha sempre ripetuto, anche nei giorni caldi della firma del memorandum di adesione alla Nuova Via della Seta. E ora sembra dimostrarlo sempre più chiaramente con il suo discorso al Senato per le comunicazioni sul Consiglio europeo e sul rischio di procedura di infrazione da parte dell'Ue nei confronti dell'Italia.

Al di là di quanto dichiarato su nomine, parlamento europeo e Bruxelles sono infatti significativi alcuni passaggi del discorso del presidente del consiglio dei ministri nei quali si prendono, o ribadiscono, posizioni affini alla visione di Europa di Washington. Dopo il viaggio oltreoceano di Matteo Salvini un ulteriore passo verso la conferma dei legami che qualcuno aveva temuto si potessero spezzare con la partecipazione dell'Italia (al momento unico membro del G7 ad aver fiirmato il MoU con Pechino) al colossale progetto cinese della Belt and Road.

E invece. Nel discorso al Senato Conte insiste molto sull'importanza dell'allargamento a Est dell'Unione europea, e dunque della Nato. Un vecchio cavallo di battaglia degli Stati Uniti che hanno proprio nella cintura nord orientale il loro avamposto europeo, tenuto insieme con l'utilizzo dello spauracchio della minaccia russa (soprattutto dopo quanto accaduto in Crimea nel 2014) in ottica anti tedesca. La convergenza tra un'Europa forte (e guidata dalla Germania) e la Russia, e in seconda (o prima) battuta Cina è il grande timore di Washington.

Ecco allora che il dichiarato appoggio dell'Italia all'adesione a Nato e Ue di Macedonia del Nord e Albania risponde, oltre a nostri interessi geostrategici, all'architettura europea della Casa Bianca. Conte ne ha parlato come di un "processo di cui l'Italia è tradizionalmente sostenitrice perché crediamo che sia un importante motore per promuovere pace e stabilità, prosperità e sicurezza anche nel nostro vicinato, nell'interesse geostrategico dell'intero continente". Un'architettura che non piace alla Russia, che vede qualsiasi tentativo di allargamento verso Est come fumo negli occhi. 

A proposito di Russia, altrettanto significativo è il passaggio del discorso di Conte su Ucraina e sanzioni. A modo di vedere del premier, l'obiettivo fondamentale è favorire la distensione tra Mosca e Kiev, riportare il confronto al tavolo dei negoziati, "anche approfittando dallo slancio fornito alla politica Ucraina dal nuovo presidente Volodymyr Zelensky. L'Italia è convinta che le sanzioni non siano fine a se stesse, ma che siano uno strumento finalizzato a porre fine alla crisi Ucraina", ha detto Conte.

Una posizione che ribadisce la possibilità che l'Italia si ponga davvero a grande mediatore tra Washington e Mosca, favorendo quel dialogo auspicato anche dal ministro dell'Interno Salvini. Un ruolo storico che l'Italia potrebbe tornare ad assumere. Un ruolo che va di pari passo con una probabile riflessione sulla Cina e Huawei, tra i contenuti principali dei colloqui tra Pompeo, Pence e Salvini. Forse anche per questo Conte non ha affrontato l'argomento Pechino in Senato.

twitter11@LorenzoLamperti

Commenti
    Tags:
    giuseppe contedonald trumpusarussianatocinasalvini
    in evidenza
    "DEVI DIRMI LA VERITA'..." LACRIME NEL FALO' PAGO-SERENA

    Temptation Island Vip, la resa dei conti: ultima puntata

    "DEVI DIRMI LA VERITA'..."
    LACRIME NEL FALO' PAGO-SERENA

    i più visti
    in vetrina
    ELENA MORALI NUDA: "QUANTO SCANDALO PER UN CORPO". Le foto delle Vip

    ELENA MORALI NUDA: "QUANTO SCANDALO PER UN CORPO". Le foto delle Vip


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Fantic Motor presenta un concept davvero… ISSIMO

    Fantic Motor presenta un concept davvero… ISSIMO


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.